BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NAZIONALE/ Lippi su Cassano: «Parlo solo dei presenti»

Pubblicazione:

lippi2_italiaR375_2set08.jpg

«Cassano? E dov'è? Sapete che parlo solo dei presenti». Marcello Lippi risponde lapidario a chi gli chiede spiegazioni sulla mancata convocazione del talento barese. «Non devo motivare le mie scelte - ha spiegato il ct dell'Italia -. Ho le mie convinzioni e non devo dare spiegazioni. E non perché sono arrogante, ma perché voglio lavorare su chi c'è». La scelta, probabilmente non tecnica, che ha portato all'esclusione di Cassano rimane così senza spiegazione.

 


Il ritiro - «Sono molto contento che staremo insieme dieci giorni per parlare delle nostre cose e ricreare un gruppo con le caratteristiche che vogliamo - ha continuato Lippi -. Ho detto loro che la vera espressione del calcio di un paese è la Nazionale, e non le squadre di club. Finora abbiamo fatto bene, con 10 punti in quattro partite, ma c'è un'altra squadra, l'Irlanda, che ha fatto le nostre stesse cose. Saranno loro i nostri antagonisti principali, forse gli unici per il primo posto del girone. Trapattoni? Non ha tradito nessuno, è un professionista che ha lavorato ovunque e che ora è stato chiamato a guidare una nazionale. E' motivo d'orgoglio che allenatori italiani siano chiamati per incarichi così importanti. Ho detto ai giocatori che lavoreremo molto, ma voglio far loro capire che non è importante quando si gioca ma far parte di questo gruppo».

 

 



© Riproduzione Riservata.