BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIOMERCATO/ Angeleri, Vangioni, Pastore, Lazio a ritmo di tango

Pubblicazione:giovedì 26 marzo 2009

Angeleri_R375_22dic08.jpg (Foto)

La Lazio di Claudio Lotito vuole aumentare la colonia argentina della Lazio andando a pescare tre giocatori molto promettenti del panorama sudamericano. i nomi, secondo quanto riporta il Corriere delo Sport, sono quelli di Angeleri, Vangioni e Pastore. Se per Marcos Angeleri (foto), difensore dell’Estudiantes, l’interessamento dei biancocelesti era ormai noto (l’affare è ad un passo dall’essere chiuso), la novità arriva dal resto del gruppo, Leonel Vangioni e Javier Pastore. Il primo è un esterno di centrocampo del Newell’s Old Boys, mentre il secondo, è un trequartista/centrocampista offensivo in forza all’Huracan. Soprattutto Pastore è uno dei maggiori talenti argentini, in patria è considerato una promessa destinata a sfondare nel calcio che conta. Sia Lotito che il dirigente biancoceleste, Tare, sono rimasti favorevolmente impressionati dai tre giocatori e ora si cerca un’intesa con le rispettive società.

 

Marcos Angeleri, classe 83’, è il più “famoso” dei tre, soprattutto perché in passato è stato accostato anche all’Inter. Jolly difensivo, quasi sempre viene schierato come terzino destro, grazie alla sua forza fisica e alla buona velocità, ma all’occorrenza, può giocare anche da centrale. La Lazio ha praticamente concluso il suo acquisto, si attende solamente di concludere gli ultimi dettagli. Leonel Vangioni, classe 87’, è un esterno di centrocampo che piace da matti a Maradona , che spesso lo fa visionare dai suoi collaboratori. Dotato di un’ottima tecnica di base, ha nelle sue qualità il tiro dalla distanza. Può giocare sia da esterno alto nel classico 4-4-2, sia da interno in un centrocampo a tre, dove sfrutta la sua capacità di interdizione. A detta di molti, è già pronto per il salto in Europa. Javier Pastore, è il più piccolo dei tre, classe 89’, gioca nell’Huracan come trequartista o centrocampista offensivo. Dotato di un talento purissimo, è molto discontinuo durante il match, a volte si prende troppe pause (l’età è dalla sua parte comunque), per poi “riapparire” durante la gara, ed accenderla, o risolverla con le sue invenzioni.

 

Claudio Ruggieri



© Riproduzione Riservata.