BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ESCLUSIVA/ Da Julio Cesar a Benussi, Pagliuca dà i voti ai portieri della Serie A

GIANLUCA PAGLIUCA giudica i portieri più rappresentativi del Campionato e parla di Bologna e Inter. I fesini dovranno lottare ma possono salvarsi, i nerazzurri non devono pensare che sia già fatta

pagliuca_buffon_R375x255_24gen09.jpg (Foto)

Gianluca Pagliuca, uno dei portieri più forti degli anni Novanta, in esclusiva per ilsussidiario.net dà i voti ai portieri della serie A, chiaramente per quanto si è visto sul campo. Abbiamo selezionato alcuni estremi difensori (giovani e meno giovani) che si sono particolarmente distinti nel corso della stagione. Nel corso dell’intervista c’è spazio anche per fare un parallelo fra la coppia del gol Vialli-Mancini e quella composta da Cassano-Pazzini, per incoraggiare il Bologna e per mettere in guardia l’Inter («lo scudetto non è per nulla sicuro né scontato»). Ad oggi la palma del miglior portiere senza alcun dubbio va assegnata a Julio Cesar, mentre l’oscar del miglior emergente finisce fra le mani di Marchetti del Cagliari. Nelle votazioni di Pagliuca non ci sono insufficienze, spiccano i complimenti a Curci, che si sta meritando la convocazione in azzurro, e ad Handanovic, definito un «portiere completo». Per i giovani Consigli (Atalanta) e Benussi (Lecce) bisogna saper aspettare, mentre fra i meno noti sorprende (fino a un certo punto visto il rendimento) il 9 a Bizzarri del Catania. Le squadre che vogliono rinforzarsi in porta sanno dove andare a bussare. Parola di Gianluca Pagliuca.


La Samp ha trovato la coppia del gol Cassano-Pazzini. Quanto le ricordano Vialli e Mancini?

Per caratteristiche fisiche e tecniche sono complementari, però come forza… Vialli e Mancini hanno vinto tanto, questi devono ancora incominciare a vincere. La squadra della sua città (il Bologna) rischia la retrocessione.


Quante sono le possibilità di salvezza?

Sarà dura, ma ce la può fare. Il Bologna dovrà stare molto attento. Lotta per non retrocedere con 2/3 squadre.

 

Quali sono, secondo lei, le squadre inferiori al Bologna?

Penso la Reggina e il Lecce. Il Bologna si gioca la salvezza con il Chievo e con il Torino. Un’altra squadra nel suo cuore è l’Inter: prima in campionato, in Europa si è arresa agli ottavi.

 

Come vede il finale di campionato dei nerazzurri?

Ha un po’ di vantaggio da amministrare, ma lo scudetto non è per nulla sicuro né scontato. Non deve fare l’errore di pensare che sia già fatta.

 

Le pagelle di Gianluca Pagliuca


Julio Cesar (Inter): 10

 

Buffon (Juventus): 9

 

Abbiati (Milan): 9

 

Frey (Fiorentina): 9

 

Curci (Siena): 9. Per il momento si sta meritando la convocazione in nazionale.

 

Bizzarri (Catania): 9

 

Doni (Roma): 8

 

Handanovic (Udinese): 8. E’ partito molto bene, è calato, ma adesso si è ripreso. Mi sembra un portiere completo.

 

Marchetti (Cagliari): 8. Fra gli emergenti uno dei più bravi.

 

Amelia (Palermo): 8

 

Consigli (Atalanta): 7. Ha già fatto dieci gare in A

 

Benussi (Lecce): 6,5. Molto altalenante

 

Emiliano Viviano del Brescia non milita in serie A, ma ha un futuro già disegnato all’Inter. Cosa ne pensa?

Ha sicuramente delle buone qualità, ma deve maturare parecchio. Voglio vederlo all’opera sui grandi palcoscenici

 

Luciano Zanardini

© Riproduzione Riservata.
COMMENTI
29/03/2009 - E Manninger? (Giuseppe Crippa)

Zanardini, come si fa a dimenticare Manninger?