BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

ESCLUSIVA/ Chirico: «Ora il vento soffia verso Milano, sponda Inter»

Abbiamo chiesto a MARCELLO CHIRICO, voce bianconera di Telelombardia, un commento sulle polemiche che hanno seguito Inter-Roma e sulle relative dichiarazioni di Cobolli Gigli e il punto sulla stagione della Juve

delpiero-nedved_R375_3ott08.jpg(Foto)

«Dopo calciopoli ho visto un unico cambiamento: il vento che prima soffiava su Torino e la Juventus ora spira su Milano sponda nerazzurra. Non odio l’Inter dopo tutto quello che è successo. Però tutte le polemiche che c’erano prima sulla Juve ora sono sui nerazzurri, sempre beneficiati e, nel fischio dubbio, fischiano in loro favore». Marcello Chirico voce del tifo bianconero di Telelombardia, dice la sua in questo momento denso di polemiche. E’ preoccupato per il futuro sui vari fronti della sua Juve e, voce fuori dal coro, è d’accordo con le parole di Cobolli Gigli sul fatto che il rigore su SuperMario non c’era, ma in presa diretta poteva essere fischiato.

Cobolli Gigli afferma che il rigore non c’era ma “in presa diretta” non era semplice valutare per un arbitro

Vi stupirò, con il rischio di beccarmi anatemi dai tifosi bianconeri e vado contro corrente: la penso esattamente come il presidente. Forse non capirò niente di calcio ma ad oggi faccio ancora fatica a capire la simulazione del fallo. Non sarei così netto nel dire che l’arbitro doveva vedere assolutamente la simulazione. Non è così evidente ed è un rigore che ci può stare.

Tutte le moviole però hanno dato un responso diverso…

Certo le moviole aiutano a modificare il pensiero dopo la percezione iniziale. Ma vi ripeto ho visto simulazioni ben peggiori da parte di Inzaghi, che è un maestro come cascatore, da parte di Adriano, Gilardino, che cade come se niente fosse.

Al fianco di Cobolli Gigli?

Non capisco poi quest’ odio dei nostri tifosi nei confronti della presidenza. Li hanno fischiati anche durante la premiazione del Trofeo di Viareggio nell’ultima partita. Quando la smetteranno di avercela con questa società? Nonostante gli errori e gli sbagli che possono aver fatto per non essersi difesi a dovere da Calciopoli, hanno costruito una squadra che sta lottando ancora per lo scudetto, la Champions e la Coppa Italia. Non riesco a capire questo atteggiamento…

Dopo Calciopoli il vento è cambiato ma l’aria che si respira è la stessa…

Dalle sentenze di Calciopoli in poi si è entrati in una nuova era. Cambiamenti? Ne ho visto uno solo: l’aria è più pulita, non è più ammorbata, e il vento spira in un’ altra direzione: prima era su Torino e la Juventus, secondo le teorie di Calciopoli, ora su Milano sponda nerazzurra. Non provo odio nei confronti dell’Inter. Ma devo riscontrare che le polemiche che prima c’erano sulla Juventus ora sono sull’Inter, visto che ogni domenica ha degli aiuti.

Sembra che nei fischi dubbi gli arbitri fischino in favore dei nerazzurri

E’ così. Ogni domenica qualsiasi cosa che avviene nell’area avversaria dell’Inter, loro non hanno mai dubbi a fischiare in loro favore. C’era il dubbio sul rigore di Balotelli? Rizzoli ha fischiato e indicato il dischetto. Sui fuorigioco lo stesso. A parte Siena, dove c’era un quartiere della Bovisa in fuorigioco, in quelli dubbi danno vantaggio all’Inter su azioni che poi si concretizzano in gol come a Roma nell’andata. E questo si verifica non solo da quest’anno ma da dopo le sentenze di Calciopoli

Credi alla buona fede?

Sono uno di quelli che crede alla buona fede, che sia tutto regolare. Però mi devono spiegare perché tutto quello che accade di dubbio per l’inter gli viene fischiato a favore. E lo stesso vale per i cartellini gialli e rossi che sembrano rimanere troppe volte nei taschini degli arbitri…

A Moratti sembra andare bene cosi…

Per lui adesso è tutto giusto, va bene così. L’importante è portare a casa sua tutto quello che gli serve. Questo non è bello, perché da adito a pensare e ad avere dubbi.

Come vedi l’asse Spalletti-Ranieri?

E’ una solidarietà involontaria. Ranieri è uno dei pochi se non l’unico che ammette i favori ricevuti dalla Juve. Anche Spalletti qualche volta si è comportato allo stesso modo. Una sintonia involontaria. Difficile che ci sia un asse tra Juve e Roma.

L’anomalia resta Mourinho…

Quando gli vengono dati i favori, critica gli arbitri, anche quando vince. E’ una cosa che non si era mai vista in Italia. Dopo la gara in cui riceve favori e sviste arbitrali lui attacca e parla male dell’arbitro. Incredibile.

Sembra quasi recitare una parte…

Non è uno stupido ma è succube del clima che si respira in Via Durini. Gli hanno detto che la Juve ruba e gli interisti sono quelli onesti. Ha capito al volo e si comporta di conseguenza. Lui tra l’altro è cambiato, calcando di più la mano sugli arbitri, quando furono pubblicate le sue affermazioni nello spogliatoio a Bergamo. I tifosi della Juve lo elessero a loro idolo e fu costretto a dire qualcosa di interista. Anche forse perché qualcuno gli suggerisce di muoversi così..

Tutti elogiavano Collina…

Era l’uomo che avrebbe aggiustato il calcio, dando nuovi e grandissimi arbitri. Ci troviamo con arbitri più scadenti di prima, una regressione totale. E quando deve spiegare delle decisioni dubbie, sarebbe meglio che non parlasse in “collinese” ma che si facesse capire da tutti. Anche per sembrare più credibile e non uno che non sa che pesci pigliare.

Amauri. Nazionale azzurra o brasiliana?

Amauri è brasiliano, è nato in Brasile e deve scegliere di giocare nella nazionale del suo Paese. Non lo dico per il suo atteggiamente tentennante ma perché lui è brasiliano e deve giocare per i colori della sua terra. E le possibilità che Dunga lo chiami in futuro sono più che possibili. Spero che finisca così per lui.

Pronostico su Coppa Italia, Champions e Campionato

Vedo la Coppa Italia aperta se non facciamo errori. Sul campionato dico che abbiamo un 10% di vincere lo scudetto. Loro devono perdere e noi vincerle tutte, contro squadre sempre agguerrite. In Champions sono preoccupatp per il ritorno. Faremo sicuramente la partita ma sono preoccupato per la mia difesa. Se ci fanno anche solo un gol siamo a casa. La Juve ha il 40% delle possibilità.

© Riproduzione Riservata.