BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GIOVANI PROMESSE/ Federico "Kiko" Macheda, tra Berbatov e Ronaldo, l'eroe romano di Manchester

Pubblicazione:

Macheda_R375_7apr09_phixr.jpg

In Inghilterra è diventato l’uomo del momento, o meglio, il ragazzino del momento. Si perché Federico Macheda è un classe ‘91, e nell’incontro di domenica disputato dal Manchester contro l’Aston Villa, ha segnato negli ultimi minuti dell’incontro, il definitivo tre a due per lo United, che ha messo un mattone importante per la vittoria in Premier. Ragazzo italiano, nato a Roma, con il cuore biancoceleste, cresce calcisticamente nella società laziale che, secondo le norme vigenti in Italia, non può fargli un contratto da professionista se non dopo il compimento del sedicesimo compleanno. Vola quindi in Inghilterra, a Manchester, dove lo accoglie personalmente Sir Alex Ferguson. Giocatore abbastanza duttile, ben messo fisicamente, può giocare da centravanti, ma anche come seconda punta, svariando su tutto il fronte offensivo, ruolo a lui più congeniale, anche se qualcuno ipotizza un futuro da trequartista. Molto bravo a tenere palla, come caratteristiche è paragonabile ad una altro centravanti dello United, il bulgaro Berbatov, anche se ieri Cristiano Ronaldo, aveva dichiarato di intravedere qualcosa di lui nel giocatore italiano. La rete contro l’Aston Villa è un mix di tutte le caratteristiche del ragazzo, protezione del pallone, fiuto della porta, e destro potente e preciso. In sedici presenze con la maglia delle riserve del club inglese, “Kiko”, come viene chiamato a Manchester, ha messo a segno ben dieci reti. Ha un dono: ogni volta che debutta con la maglia del Manchester, segna, gli è già successo con l’Under 18 dei “red devils”, nella partita di debutto contro il Barnsley, e domenica scorsa. E pensare che sabato sera era già in viaggio per rispondere alla chiamata dell’Under 19 italiana, ma Ferguson gli ha detto di farsi trovare pronto per la convocazione in prima squadra. Federico “Kiko” Macheda è così diventato l’eroe di Manchester.

 

Claudio Ruggieri

< br/>
© Riproduzione Riservata.