BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

CALCIOMERCATO/ Ranieri al canto del cigno: Conte e la probabile Juventus 2009/2010

Da Milan-Juve al possibile arrivo dell'allenatore del Bari e a quello che manca dopo i probabili acquisti di Diego e Cannavaro

Ranieri_R375_11mag09_phixr.jpg(Foto)

Nel dopo gara con il Milan il più raggiante era Claudio Ranieri, evidentemente soddisfatto di quello che la sua squadra aveva dimostrato sul terreno di gioco. Sì, ai punti la Juve avrebbe meritato di superare un Milan incapace di sgretolare la compattezza bianconera (unico neo il gol subito da Seedorf). Ranieri ha fatto delle scelte impopolari: dentro Camoranesi (suo l’assist per il gol di Iaquinta), fuori Del Piero, Giovinco e Trezeguet. Con l’italo-argentino si è comportato da grande allenatore (vedi Capello) che non serba rancore, ma che sa guardare all’obiettivo. Purtroppo per lui, però, quello di domenica sera è stato il canto del cigno. Le parole di Cobolli Gigli subito dopo la partita sono suonate come un segnale d’addio. Il presidente bianconero ha spiegato chiaramente che gli obiettivi di inizio stagione erano: arrivare nei primi tre posti in campionato (obiettivo quasi raggiunto), la finale o il successo in Coppa Italia (obiettivo sfumato) e una Champions dignitosa (obiettivo in parte raggiunto). La Coppa Italia diventa, quindi, la pietra dello scandalo del tecnico, pronto a salutare anticipatamente la truppa. Le parole di Matarrese del Bari fanno ricadere su Antonio Conte la responsabilità di sostituire l’allenatore romano.

Conte, adesso che il Bari ha raggiunto la promozione nella massima serie, sta aspettando una chiamata dai dirigenti della Vecchia Signora. Nell’organico ci sarà sicuramente Gigi Buffon, che come ha confermato dopo il match con il Milan è intenzionato a restare, a patto di diventare competitivi in tre/quattro anni (su questo ha avuto delle garanzie da Elkann). Ovviamente i tifosi si aspettano tempi più celeri. Secondo Buffon manca, dopo gli arrivi di Cannavaro e Diego, un altro grande acquisto. Si parla insistentemente di un playmaker di centrocampo (Xabi Alonso o D’Agostino dell’Udinese). In un centrocampo a tre (Sissoko, Zanetti o Marchisio) potrebbe trovare spazio anche Aquilani, il cui infortunio potrebbe far abbassare l’eventuale valutazione del cartellino, o Hamsik. Fra i comprimari si cerca un terzino destro (Mesto tra i papabili). Diego si aggirerà dietro le due punte Amauri (Del Piero) e Iaquinta. Se arriva anche Quagliarella si può pensare l’ipotesi tridente con Diego avanzato sulla linea degli attaccanti.

(Luciano Zanardini)

© Riproduzione Riservata.