BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIOMERCATO/ Genoa, addio Milito, anche Rubinho, Thiago Motta e Criscito in partenza

Pubblicazione:

Criscito_R375_24ott08.jpg

«Gasperini fa parte del nostro progetto, non ci sono problemi e avrà il suo premio economico, perchè se lo merita e ai tifosi dico di stare tranquilli, perchè il Genoa sarà competitivo anche il prossimo anno». A dirlo è il presidente del Grifone Enrico Preziosi, che è intervenuto oggi per fare chiarezza sul futuro del suo Genoa. Perché la sensazione è che la squadra modello stia mostrando alcune crepe che fanno davvero preoccupare. Il clima del calciomercato sembra aver avvelenato l’aria di Pegli. Milito è praticamente stato ceduto; Thiago Motta sembra in partenza, richiesto da molte big, Mimmo Criscito è sempre più vicino a Torino sponda bianconera. Se aggiungiamo poi alcune voci che arrivano dalla Francia, che vogliono un pressing serrato del Paris Saint Germain per il portiere Rubinho, ecco che la situazione sembra quanto meno allarmante.

 

Una cosa è chiara: il Grifone non può competere con realtà che hanno budget di gran lunga superiori a quello dei rossoblu e se arrivano offerte allettanti, come è stato con Milito e sarà con Motta, il presidente accorto deve tenerle presenti. Le dichiarazioni nella conferemza stampa di Gian Piero Gasperini hanno però ulteriormente preoccupato l’ambiente. «Io voglio restare, ma chiedo chiarezza perchè alcune volte non c'è stata. In questa settimana il presidente ha rilasciato dichiarazioni molto belle nei miei confronti, ma prima voglio parlare direttamente con lui. Noi quest'anno siamo stati bravi a finire davanti a molte squadre, ma non è detto che ci riusciremo anche il prossimo anno. Voglio sapere quali saranno gli obiettivi e non parlo di chi dovrò allenare come giocatori, perchè sono sicuro che Preziosi farà una squadra competitiva, come ha sempre allestito in questi anni. Naturalmente mi aspetto anche un riconoscimento economico». Riconoscimento economico che il presidente Preziosi ha promesso che darà insieme al prolungamento di un altro anno del contratto, che scadrà nel 2013. Le pressioni della Juventus ora sembrano far paura anzi pare sempre di più che Gasperini possa rimanere al Genoa anche il prossimo anno. Quello che preoccupa è la sensazione di un ambiente meno solido e compatto di un tempo. Ma la chiarezza e il parlarsi a quattr’occhi aiuterà ad uscire da queste giornate intense e dubbiose. Lo chiede Gasperini ma lo chiedono soprattutto i tifosi.

< br/>
© Riproduzione Riservata.