BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIOMERCATO/ Juventus, toto allenatore: salgono Conte e Ranieri, stabile Spalletti, scende Gasperini

Pubblicazione:

Ranieri_R375_11mag09_phixr.jpg

Prima Cannavaro, poi Diego, adesso la questione allenatore. I colpi di mercato sembrano aver "dato una mossa" alla dirigenza bianconera che ora si trova ad affrontare il capitolo più delicato in vista della prossima stagione: la scelta della guida tecnica. Ma andiamo con ordine. I nomi per la panchina sono 4: Conte, Gasperini, Spalletti e Ranieri. Le possibilità di una riconferma del tecnico romano non sembrano essere così remote. In caso di 3 vittorie e magari centrando il secondo posto, ecco che la dirigenza potrebbe riconfermare il tecnico romano ancora per la prossima stagione.

 

Capitolo Conte: il suo nome in queste ultime ore ha ripreso quota. La Juventus avrebbe bloccato il tecnico del Bari, in attesa di decidere il futuro allenatore. Nel caso  si decidesse di puntare su di lui in Puglia andrebbero un paio di loro giocatori della rosa bianconera. Conte conosce l’ambiente, è uomo Juve e piace ai tifosi, che lo richiedono a gran voce, la sua poca esperienza è però il dubbio maggiore per i dirigenti che non hanno ancora deciso se puntare o no su di lui.

 

Le quotazioni di Gasperini sembrano in discesa dopo la netta presa di posizione del presidente Preziosi che ha dichiarato che l'allenatore:«resta al Genoa». E comunque è difficile pensare che il presidente rossoblu, dopo aver ceduto Milito e messo sul mercato l’altro gioiello Thiago Motta, sacrifichi anche il suo tecnico. L’impressione è anche che Gasperini alla Juventus possa non avere quelle tutele e la personalità necessarie per lavorare sia con grandi campioni che con un ambiente che chiede e vuole risultati. Spalletti in fin dei conti sembra la vera prima scelta per il dopo Ranieri. Tutto è in movimento e ci vorranno almeno due-tre settimane per capire il futuro della panchina bianconera. Con o senza Ranieri. 



© Riproduzione Riservata.