BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

BASKET PLAY OFF/ Olimpia, buona la prima. Leggi le pagelle dell'Armani Jeans (Teramo-Milano 75-85)

I 10 punti di distacco non raccontano alla perfezione una partita in cui Teramo ha lottato fino alla fine, PalaScapriano espugnato ma soffrendo

hall_R375x255_16nov08.jpg.jpg(Foto)

Marconato 8: costretto agli straordinari per l’uscita anticipata di Taylor è una presenza determinante sotto entrambi i canestri. La doppia doppia contro Teramo è una grande notizia per le speranze milanesi.

Thomas 7.5: corre per tutto il campo, difende con grande volontà, mentre la precisione al tiro è sopra la media e continua per tutti i minuti in cui è in campo.

Sangarè 7: reattivo e con mani veloci si fa notare per una difesa veramente efficace su Poeta che marcato dal play francese viene significativamente limitato. A tutto questo si aggiunge una gestione attenta e lucida della squadra.

Vitali 6: 6 è la media non ponderata tra l’otto che gli varrebbe la tripla della definitiva vittoria milanese a 40 secondi dalla fine e ciò che fa vedere nei minuti precedenti tra cui si segnalano alcune brutte palle perse e qualche fallo che denota alcuni cali di lucidità.

Hawkins 7: ogni tanto viene condizionato dalla troppa foga e la gestione dell’”ultimo tiro” risulta più problematica di quanto la sua squadra vorrebbe. Un piccolo neo in una prestazione per il resto assolutamente positiva: 8 falli subiti, 6 rimbalzi e 16 punti.

Hall 7.5: gli manca un rimbalzo per raggiungere la doppia cifra insieme ai punti segnati. Raramente gli tremano le mani nei momenti topici. Il tecnico (eccessivo) che si becca per l’applauso di scherno al pubblico di casa dopo uno splendido canestro poteva costare molto caro all’Olimpia. Tutto è bene quel che finisce bene ma certe ingenuità ai play-off sono peccati mortali.

Taylor 6: in difesa arranca ancora ma in attacco mostra doti tecniche al di fuori del comune e movimenti davvero rari in un lungo della sua stazza fisica. I falli banali (oggi sono 5 in 13 minuti) sono la sua croce e un motivo di angoscia per la sua squadra.

Mordente 6.5: dove non arriva la tecnica arriva la voglia che è sempre immensa anche se la prima partita della serie non ci mostra il miglior Mordente visto in stagione.

Price 6.5: la sua prova nel complesso è positiva anche se non sempre riesce a dare ai propri compagni la lucidità e l’ordine che servirebbero sommamente in partite cosi tirate e combattute. Katelynas 6: porta il proprio mattone alla causa milanese ma viene limitato dai falli e da una non buona serata al tiro.

(Francesco Sala)

© Riproduzione Riservata.