BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

ESCLUSIVA/ Ferrante: «Caro Toro: concentrazione e grinta e battiamo il Genoa!»

MARCO FERRANTE, bandiera granata, uno che domenica sarebbe «pronto a scendere in campo e segnare con la maglia granata», racconta come il Toro sta preparando la delicata sfida di domenica contro il Genoa. Saranno importanti i risultati che arriveranno dagli altri campi ma su una cosa è certo: i  granata sono concentrati al punto giusto

ferrante_R375x255_23ott08.jpg(Foto)

«La partita la vedrò a casa. Ma forse è troppo importante e potrei andare allo stadio, per essere vicino al mio Toro. Ho sentito Camolese ieri e abbiamo parlato della partita. Concentrazione e grinta e battiamo il Genoa, con un occhio a quello che succede a Verona e Milano». Marco Ferrante vive queste ore delicate e fondamentali per il futuro del Toro come se lui domenica dovesse scendere in campo. La voce è concitata, decisa, di uno che ha nel cuore la maglia granata. E in questa intervista in esclusiva a ilsussidiario.net racconta come si stanno preparando i giocatori e come Camolese li sta preparando e caricando in questi ultimi allenamenti prima della sfida che vale una stagione.

Domenica quella contro il Genoa sarà una partita fondamentale. Ha qualche consiglio per la squadra di Camolese?

Non nascondiamoci: le motivazioni di Torino e Genoa sono ben diverse, visto che il Grifone ha già raggiunto il suo obiettivo di stagione. Il Toro non può prescindere dalla vittoria. Se non dovesse vincere e il Bologna a Verona batte il Chievo vorrebbe dire retrocessione quasi certa. Davanti al proprio pubblico i giocatori possono fare una sola cosa: vincere.

Tu hai avuto Camolese come allenatore. Come sta preparando la gara?

L’ho sentito anche ieri in via confidenziale e ci siamo confrontati sulla partita. Sta lavorando molto affinché il gruppo mantenga la giusta concentrazione. A Napoli hanno fatto un buon risultato, che deve essere confermato in casa con il Genoa. Tutti “sul pezzo” e concentrazione al punto giusto per non sbagliare. Anche se il Toro dovesse vincere domenica dovrà poi giocarsi la partita della vita a Roma contro i giallorossi, naturalmente se il Bologna fa il risultato pieno a Verona.

Bianchi e Rosina sono rinati. C’è la mano di Camolese in tutto questo?

L’aggettivo da utilizzare per entrambi è «finalmente». Finalmente perché ci si aspettava ben altro da loro. La cosa importante è che sono usciti nel finale, nel momento decisivo per i sogni salvezza dei granata. I loro sono gol pesanti ma devono ripetersi per portare alla salvezza il Toro.

Il Genoa ti ha sempre portato bene: tanti gol ai rossoblu sia in A che B…

E’ una squadra che mi ha portato sempre bene, facendo alcune doppiette e gol decisivi. Ormai però questo è il passato. L’unica cosa che posso dire è che, forse, il Genoa porta bene agli attaccanti granata. Spero sia così e possa portar bene a Rosina, Bianchi e Stellone, uno che lavora tanto per la squadra: pochi gol ma molti assist importanti.

Quale potrebbe essere l’arma determinante domenica per battere la squadra di Gasperini?

Bisognerà sfruttare molto le zone esterne del campo e le fasce, visto che l’asse centrale del centrocampo del Grifone è una dei migliori della Serie A. La rapidità di Abate e Rosina sarà fondamentale. Ma la vera arma in più domenica sarà il pubblico dell’Olimpico.

Ti senti di fare un appello alla tifoseria per riempire lo stadio?

Credo non ce ne sia nessun bisogno: domenica ci sarà lo stadio stracolmo. E poi vincendo in casa e sperando nella quasi impossibile vittoria del Chievo contro il Bologna si festeggierebbe in casa il raggiungimento della salvezza.

Quante possibilità ha il Toro di salvarsi?

Il risultato di domenica è collegato ai risultati di Verona e di Milano, dove la Roma affronterà il Milan. In caso di sconfitta dei giallorossi e vittoria dell’Udinese, la squadra di Spalletti si troverebbe a pari punti con i bianconeri. Nell’ultima di campionato i giallorossi, pur vincendo, sarebbero fuori dall’Uefa, in base agli scontri diretti con i friuliani. Per cui se il Toro vince domenica e la Roma perde le possibilità di salvezza sono il 100%.

Domenica Ferrante sarà allo stadio o a casa?

Penso che la seguirò a casa, seduto sul divano. A me piace il calcio giocato e sarei ancora pronto a scendere in campo e segnare con la maglia granata. Ma questa, però, è una partita di vitale importanza e all’ultimo potrei decidere di andare allo stadio. A tifare il mio Toro.

© Riproduzione Riservata.