BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MILAN/ Galliani torna a punzecchiare i cugini: «Se non avessero avuto Ibra…»

L’ad rossonero lancia una nuova frecciatina ai rivali nerazzurri

galliani_bolognaR375_31ago08.jpg (Foto)

Il Milan sbanca il Massimimo dopo più di 40 anni e diverte, ma i rimpianti aumentano giorno dopo giorno. Se i rossoneri, infatti, avessero iniziato a giocare in questo modo fin da subito, la storia di questo campionato probabilmente sarebbe stata diversa. Da una parte il Milan ha la scusante infortuni, dall’altra, ci sono da fare i conti con un mancato rafforzamento durante la campagna acquisti, in particolare nel reparto arretrato. Poi i troppi punti persi contro le “piccole”. E del campionato “che sarebbe stato”, ha voluto dire la sua l’amministratore delegato Adriano Galliani: «Noi giochiamo bene a calcio, il nostro è il gioco più bello, peccato che ogni tanto andiamo in letargo – spiega nel post-partita l’ad del Diavolo - ma, se all’Inter fosse mancato Ibrahimovic per il numero di partite in cui a noi è mancato Kakà, adesso - sentenzia Adriano Galliani - racconteremmo un campionato molto diverso».

Ancora una volta, quindi, il numero 2 di Via Turati, lancia una frecciata ai cugini: «Fatevi i conti e - continua Galliani - vedrete come nelle gare in cui il nostro Kakà è sceso in campo dal primo minuto abbiamo fatto più punti dell’Inter. Se non fai del bel calcio la tua forza, in Europa non raccogli niente». Poi l’ad conclude: «In campionato siamo stati costretti a vivere momenti di grandissima emergenza, ma ora che stiamo bene e abbiamo il miglior Kakà i risultati si vedono: con il trio Champions voliamo. Loro hanno avuto solo più continuità...».

© Riproduzione Riservata.