BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOMERCATO/ Milan, Maldini: utopia vincere senza Kakà

L'ex capitano rossonero esprime il suo giudizio sulla cessione del brasiliano

maldini_R375x255_31mag09.jpg (Foto)

«Per il Milan è un cambiamento epocale. Pensare di vincere senza Kakà può essere utopistico». Lo afferma Paolo Maldini, ex bandiera del Milan, che dà un suo giudizio sulla trattativa che ha portato Ricardo Kakà dal Milan al Real Madrid. «Kakà è uno dei primi 5 giocatori del mondo, è il primo di questo livello che viene ceduto. Gli altri 4 non si muovono», dice l’ex capitano rossonero intervenuto durante una conferenza stampa. «Guardare i conti è logico ed è altrettanto logico fissare obiettivi raggiungibili. Pensare di vincere senza Kakà può essere utopistico», aggiunge Maldini, che ha appena chiuso la carriera. «Quando si è ritirato Franco Baresi, io mi sono sentito perso: vedevo tutto nero. Poi, però, il Milan è ripartito. Questa squadra è sempre andata avanti alla grande: capisco il momento, ma la società andrà avanti se sarà gestita come è stata gestita sinora».

«Il Milan che ha appena chiuso la stagione poteva diventare grande con 2-3 ritocchi. Ora, dopo la cessione di Kakà, non so quali siano gli investimenti. La campagna acquisti è appena iniziata, non so quale squadra verrà affidata a Leonardo, che tra l'altro è alla prima esperienza di allenatore. È una scommessa, non ha mai guidato nemmeno una formazione giovanile: la speranza di tutti i tifosi è che si arrivi a qualcosa di buono. Io rimarrò sempre tifoso e spero che il Milan sia sempre ai vertici», aggiunge l'ex difensore.

In Inghilterra, il Chelsea sogna di poter schierare Andrea Pirlo a centrocampo. «Credo che Pirlo possa ancora dare molto al Milan, so che prima di lasciare questa squadra ci penserà non 10 ma 100 volte», conclude Maldini.

© Riproduzione Riservata.