BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOMERCATO/ Torino, Delio Rossi: niente Toro, non me la sento di allenare in B

L'ex tecnico della Lazio rifiuta la panchina del Torino

delio_rossi_R375x255_10giu09.jpg (Foto)

«Il Torino? Non ho mai parlato con Cairo. Ci siamo sentiti con i suoi collaboratori e gli ho dimostrato qualche titubanza, ma non per la piazza perchè Torino mi intriga parecchio, ma per il fatto che in questo momento non me la sento di ricominciare da una categoria inferiore». Delio Rossi, ex allenatore della Lazio, risponde così alle possibilità di vederlo la prossima stagione sulla panchina del Torino. Le indiscrezioni di calciomercato davano l’ex allenatore della Lazio tra i papabili insieme a Colantuono.

 

«Con la Lazio si è un chiuso un ciclo dopo quattro anni che ci ha visto protagonisti sia con i risultati che con la valorizzazione di certi giocatori, oltre ad aver centrato gli obiettivi che il club si era proposto. È stata una mia scelta, mi ero reso conto di non essere più al centro del progetto e quindi non c'erano i presupposti per continuare», dice Rossi ai microfoni di Radio Kiss Kiss. «Pensavo di poter rimanere alla Lazio, anche se un po’ tardi mi sono reso conto di non essere al centro del progetto. Sarà una scelta mia se ricominciare da qualche parte o aspettare, anche se è una situazione non facile da vivere», aggiunge.

 

Una panchina all'estero? «È un'ipotesi che non ho mai preso in considerazione. Mi piace l'Italia e vorrei restarci, anche se mi rendo conto che esiste questa possibilità in un mondo globale. Bisognerebbe dare una svolta alla tua vita, poi dipende tutto dalle ipotesi che possono capitare», dice ancora il tecnico riminese. Se dovesse espatriare, non attraverserebbe la Manica: «Sono in controtendenza con gli altri che preferiscono l'Inghilterra: mi piacciono i posti caldi perchè sono amante del mare».

© Riproduzione Riservata.