BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIOMERCATO/ Juventus, trattative e rumors al 16 giugno. Del Piero, D'Agostino, Acquafresca, Trezeguet, Huntelaar, Criscito, Poulsen

Pubblicazione:martedì 16 giugno 2009

Juventus, Trezeguet al Real apre la strada per Huntelaar 

  Fuori Trezeguet, dentro Huntelaar? Quest'ipotesi si sta facendo strada nelle ultime ore. L'interesse del Real Madrid per il bomber di Rouen è stato confermato dal suo procuratore, Antonio Caliendo, in diretta su Sette Gold: "Sì, il Real lo vuole", ha spiegato, annunciando una notizia che potrebbe cambiare le strategie di calciomercato bianconere. Perché se Trezeguet è sul mercato, alla Juve non sono ancora arrivate offerte considerate vantaggiose, tradotto: offerte che si avvicinino ai 10 milioni di euro. Nel frattempo la Juve cerca un attaccante: Huntelaar è il nome caldo degli ulitmi giorni, ma si seguono anche Rossi, Pandev e Cruz. Un eventuale passaggio di Trezeguet alle Merengues potrebbe garantire i rapporti necessari per sbloccare la trattativa e uno sconto sostanzioso (che magari si avvicina ai 10 milioni) per abbattere il costo del cartellino dell'olandese e portarlo così a Torino.

 

Juventus, Preziosi: «Non parleremo di Acquafresca»

Enrico Preziosi smentisce i rumors che vogliono la Juventus interessata a Robert Acquafresca.«Con la Juventus ci sarà un incontro in settimana per parlare del futuro di Criscito e Palladino, ma al momento all'ordine del giorno non è previsto l'argomento Acquafresca - ha spiegato a Radio Radio - Non ho notizie che la Juve sia interessata ad Acquafresca poi penso che i bianconeri abbiano il problema Trezeguet. Non sono stato contattato da nessuno, se c'è interessamento devono manifestarlo e ne parliamo». «Acquafresca da noi non verrà per quest'anno, ma cercheremo la migliore soluzione per il ragazzo. - ha continuato Preziosi - Sarebbe meglio per lui se trovasse una squadra dove possa giocare con continuità, comunque penso che sarà un giocatore importante per i prossimi 10 anni. Ci sono 4-5 piste estere, la stessa Juve dovrebbe rimpiazzare Trezeguet se dovesse partire, ci sono le romane, c'e' l'Atalanta con cui c'era una trattativa. Magari la Juve ne ha parlato con il procuratore, io non escludo niente, ma ufficialmente nessuno ha chiesto, nè Secco a mio figlio nè alla società. Neppure la Lazio ha chiesto Acquafresca, è una leggenda metropolitana».

 

Domani incontro Juventus-Genoa per Criscito 

Domani, Genoa e Juventus decideranno le sorti di Mimmo Criscito, in comproprietà con diritto di riscatto a favore dei rossoblu. «Non posso assicurare che domani ci sia un incontro tra Genoa e Juventus, ma è molto probabile - ha spiegato Sandro Gedda a calciomercato.it - Ho sentito entrambe le società tra giovedì e venerdì e mi avevano assicurato che avrebbero affrontato il problema in maniera importante e, speriamo, definitiva, al più presto la settimana successiva, cioè questa. Il 25 è il termine ultimo per far valere l'opzione di acquisto». In merito ad una possibile disputa tra Genoa e Juventus sul prezzo della metà del cartellino di Criscito, fissato a 5,5 milioni di euro: «A quanto ne sappia, il Genoa crede fortemente nel ragazzo, la società mi ha affermato, assicurare è sempre difficile in questi casi, che è assolutamente intenzionata a rilevare il cartellino - ha continuato Gedda. Ferrara stima molto Mimmo, come d'altra parte Gasperini. Ma non è un problema di gradimento, penso, di entrambe le società. Il nodo determinante è che il Genoa ha il diritto di riscatto e quindi è chiaro che le carte sono in mano al Genoa in questo momento. Se non lo riscattasse, sicuramente la Juventus sarebbe felice di poterlo impiegare la prossima stagione, su questo non ci sono dubbi. In questa stagione il ragazzo si è disimpegnato bene, sia come terzino sinistro, sia come giocatore che sa fare tutta la fascia. Sono in attesa di avere notizie perchè ovviamente Criscito sarebbe molto contento di conoscere la destinazione il prima possibile per organizzarsi al meglio».

 

Juventus, sfoltimento bidoni: Poulsen tra Amburgo e Fenerbache, Tiago al Lione 

In casa bianconera ci sono tanti giocatori che, vuoi per un rendimento al di sotto delle aspettative, vuoi per la necessità di fare cassa in vista della prosecuzione del calciomercato, sono sul piede di partenza. In certi casi, come in quelli di Poulsen e Tiago, due "uomini di Ranieri", che hanno reso ampiamente al di sotto delle aspettative, si deve cercare di non perdere troppo dal prezzo di acquisto: 10 milioni per il danese, addirittura 15 per Tiago. Per entrambi una valutazione pari a circa la metà del prezzo di acquisto potrebbe essere soddisfacente. Poulsen piace al Fenerbache (ma la destinazione turca non sembra entusiasmarlo) e nelle ultime ore è spuntata anche la pista tedesca, che porta ad Amburgo. Il portoghese invece ha dichiarato ai quattro venti di voler lasciare l'Italia, dove il campionato è a suo dire troppo tattico: è possibile un passaggio in Portogallo, ma sulle sue tracce c'è anche il Lione: si tratterebbe di un ritorno. Gli altri: Mellberg, secondo quanto riporta Tuttosport, ha richieste in Grecia (Olympiakos e Panathinaikos), Knezevic tornerà a Livorno visto che non sarà rinnovato il prestito, Marchionni è tagliato fuori per motivi tattici dallo schema di Ferrara (su di lui ci sono Samp e Parma) e anche Grygera, se arrivassero offerte, sarebbe venduto.


Juventus, ipotesi Cina, Usa e Liga per Del Piero

Redazione lunedì 15 giugno 2009 Alessandro Del Piero, fra esattamente un anno, andrà in scadenza di contratto. A giugno 2010 il capitano bianconero avrà 35 anni ed una valutazione di circa 10 milioni di euro. Il giocatore non ha ancora rinnovato ma la dirigenza fa sapere che la situazione è sotto controllo: "E’ un problema che prima o poi dovremo affrontare – spiega il diesse Alessio Secco - ma c'è tempo per pensarci". Simile il parere del presidente Cobolli Gigli: “Non esistono problemi per prolungare il suo accordo. La prossima stagione sarà importante per lui che sarà motivatissimo con l'obiettivo di giocare i Mondiali e per firmare il nuovo contratto ci sarà tempo fino al 30 giugno 2010". I l ritardo nel prolungamento fa comunque meditare e probabilmente il Pinturicchio è intenzionato a concludere la propria carriera altrove. Del Piero è infatti apprezzatissimo in Cina e negli Stati Uniti, ma non va dimenticata l’ipotesi Liga, campionato che da sempre affascina il giocatore.

 

Juventus, agente D'Agostino : «Trattativa difficile ma probabilmente si farà»

La trattativa per portare Gaetano D'Agostino in bianconero sta diventando un vero e proprio tormentone di questo calciomercato. «Per D'Agostino alla Juventus la trattativa è abbastanza lunga ma secondo me dovrebbe andare in porto anche perchè lui merita tanto e dopo tanti sacrifici e giri in italia, merita tutto quello che si è guadagnato sul campo». Lo ha spiegato Franco Zavaglia, procuratore dell'Udinese, intervenuto a RadioRadio. Prima dell'acquisto di Cigarini erano anche particolarmente forti le voci che che davano il giocatore destinato ai partenopei: «Il Napoli? Anche per una questione di prestigio l'Udinese preferisce dare l'opportunità al giocatore di andare alla Juventus - chiude Zavaglia - è stato un giocatore cercato da parecchie società come Genoa, Napoli, Inter e all'estero dall'Atletico Madrid».

 

Juventus, entra Acquafresca nell'affare Criscito-Palladino

Prende quota l'ipotesi di vedere Acquafresca in maglia bianconera. Il giovane bomber, passato al Genoa nell'ambito dell'affare che ha portato Motta e Milito all'Inter, portebbe finire alla Juventus nell'ambito della risoluzione delle comproprietà di Palladino e Criscito. Una bella occasione per la punta che sperava in questa stagione di giocarsi le sue possibilità con la maglia nerazzurra. «Mi dispiace che l'Inter non mi abbia preso in considerazione - ha spiegato a Tuttosport - D'altronde la società nerazzurra fa i propri interessi. Ora è giusto che anche io faccia i miei. Indipendentemente dall'Inter». La metà del giocatore potrebbe essere girata quindi da Preziosi ai bianconeri in cambio della metà di Criscito che diventerebbe genoano a titolo definitivo. La metà di entrambi è infatti valutata 5 milioni, per Palladino invece ci sarà molto probabilmente un rinnovo della compartecipazione



© Riproduzione Riservata.