BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOMERCATO/ Napoli, Marino scatenato: «Faremo altri tre acquisti!»

Un portiere, un esterno sinistro e un attaccante nelle mira del club partenopeo

campagnaro_R375x255_10giu09.jpg (Foto)

Dopo Cigarini e Quagliarella, il mercato del Napoli continua. Il dg partenopeo Pierpaolo Marino, è infatti intervenuto ai microfoni di Sky Sport 24, delucidando al meglio la situazione: «Il Napoli sta lavorando ad una ristrutturazione radicale ed importante, cercheremo di farla pensando a rendere la squadra sempre più competitiva grazie agli investimenti». E fra i probabili prossimi colpi, circola da giorni il nome di Campagnaro: «È una trattativa molto bene avviata ma fino a quando non ci sono firme e visite mediche nel calcio non si può dire nulla – continua il dg - siamo in una fase di pre-mercato, probabilmente potrebbe andare in porto nei primi giorni di luglio».

Marino parla quindi dell’obiettivo portiere: «Ci hanno assegnato almeno quattro o cinque portieri finora, io non mi posso sbilanciare perché quando ci avviciniamo ad un giocatore il prezzo lievita in maniera considerevole. Per cui non dico nulla, confermo solo che cerchiamo un esterno sinistro, come può essere che se uno dei nostri portieri ci lascia dovremo sostituirlo. Ripeto, la ristrutturazione è in corso».

Novità potrebbero arrivare anche in attacco: «Penso che faremo ancora qualcos'altro anche per il reparto offensivo, come aveva già detto il presidente. Pellissier? Il Chievo non ha intenzione di cederlo né il giocatore sembra entusiasta di trasferirsi a Napoli. Per cui lo lasciamo stare, fermo restando che credo sia remota la possibilità che l'Udinese possa privarsi anche di Di Natale oltre che di Quagliarella. Pandev per Bogliacino-Rinaudo e soldi? Il mercato si diverte a costruire e a strutturare trattative che molto spesso assomigliano a fantacalcio. Voi cercate di intuire, non potendo sapere. E spesso vi allontanate dalla realtà. Comunque, come ha detto De Laurentiis, 'Se son rose, fioriranno'».

La chiusura è tutta per Lavezzi: «Dopo le ultime parole del presidente non intendo continuare questa telenovela, è stata chiusa fermamente da De Laurentiis. Non è una guerra né una pace. Il giocatore si deve presentare in ritiro il 10 luglio, e questo è quanto. I giocatori ora sono in vacanza, se Lavezzi non dovesse arrivare la data stabilita allora cambierebbe la situazione. Le accuse nel calcio li dovrebbero fare i presidenti ai dipendenti, non certo i consulenti ai dirigenti. Ho 32 anni di anzianità nel calcio e credo che se non avessi avuto credibilità non avrei lavorato così a lungo. Il campionato del Napoli nel girone di ritorno è stato vergognoso, nessun giocatore ha avuto un rendimento buono, meno che mai quelli più in vista come Lavezzi e Hamsik. Per cui non devo giustificarmi di niente».

© Riproduzione Riservata.