BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

CALCIOMERCATO/ Roma, il mercato delle non-cessioni: obiettivo tenersi Juan, Mexes e Pizarro. E la società...

La proprietà e la dirigenza lavorano per costruire una squadra comunque competitiva

La proprietà e la dirigenza lavorano per costruire una squadra comunque competitiva. Stefano Guberti sarà il primo acquisto dell'estate. L'esterno — classe 1984 — sarà presentato nell'arco della settimana in corso. Al massimo, durante la prossima. L'accordo tra la Roma ed il giocatore è stato, di fatto, trovato qualche tempo fa. Guberti si legherà alla società della famiglia Sensi per almeno quattro anni. Questa mattina, Claudio De Nicola — procuratore di Guberti — ha incontrato Daniele Pradè — direttore sportivo della Roma —, al Fulvio Bernardini. Alla riunione ha partecipato anche Cristina Mazzoleni, responsabile pianificazione, controllo e affari societari della società. Durante la riunione, a De Nicola è stata mostrata una bozza del contratto, che prestissimo Guberti sottoscriverà. «L'incontro è andato bene. Oggi ci è stato svelato il programma tecnico. Se non ci saranno stravolgimenti in questi ultimi giorni, il matrimonio si farà», ha spiegato Claudio De Nicola, ai microfoni di Rete Sport. Nei prossimi giorni, dunque, il trasferimento di Guberti alla Roma sarà ufficializzato.

ACQUISTI — La Roma acquisirà Motta in compartecipazione, entro il 22 giugno. A Spalletti occorrono un centravanti, un difensore ed un portiere. I possibili obiettivi sono Sorrentino del Chievo Verona, Pepe dell'Udinese, Moretti del Valencia, Pavlyuchenko del Tottenham, Esposito del Lecce. Il club giallorosso si è imposto di non cedere tre o quattro giocatori; vale a dire Totti, De Rossi, Aquilani, forse Mexes. Ma il tecnico toscano gradirebbe continuare ad allenare anche Pizarro e Juan. Il difensore brasiliano, che nel pomeriggio ha segnato contro l'Egitto durante la gara di esordio nella Confederations Cup, interessa a diverse società europee, tra le quali il Barcellona, il Real Madrid e il Chelsea. Anche Riise piace al Barcellona, oltre che al Besiktas.

FUTURO SOCIETARIO — La negoziazione per l'eventuale cessione della A.S. Roma prosegue. La Italpetroli, holding della famiglia Sensi, deve restituire quasi 400 milioni di euro alle banche. Oggi, è andato in scena un incontro tra Rosella Sensi, i legali di Unicredit e gli avvocati di Italpetroli. Alcune fonti sostengono, però, che la A.S. Roma non sarà ceduta dai Sensi per saldare i debiti di Italpetroli. Nella giornata odierna, Gianroberto de Giovanni, legale della famiglia Sensi, ha peraltro avuto un contatto con Roberto Cappelli, avvocato di UniCredit attraverso lo studio Grimaldi e associati, e consigliere di amministrazione della A.S. Roma. Si attendono sviluppi.

(romanews)

© Riproduzione Riservata.