BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

CALCIOMERCATO/ Juventus, rumors e trattative al 18 giugno. Ecco Diarra, Rossi, Dossena, Grosso, addio a Mellberg, Poulsen rifiuta la Turchia

Tutte le trattative di mercato dei bianconeri nella giornata di ieri

Rossi_Gius_R375_26feb09.jpg(Foto)

Obiettivo è Giuseppe Rossi

Giuseppe Rossi ha stregato la Vecchia Signora. Il talento del 21 enne azzurro nato negli Usa è noto da tempo, ma i 3 gol nelle ultime due partite con la Nazionale (e che gol!) hanno consacrato definitivamente il ragazzo. La Juventus cercherà di prenderlo, per fare di lui quello che già Rossi sta facendo in Nazionale, dove è diventato il naturale sostituto di Del Piero. Certo il gioiellino costa tanto, basta pensare che il Villareal lo prelevò dal Manchester United due estati fa per 18 milioni di euro, ora vale almeno 10 milioni di più. Nella trattativa si può inserire Trezeguet, che sarebbe valutato una cifra pari a circa 8-10 milioni. In più, secondo i conti che fa Tuttosport, i 20 milioni che i bianconeri dovrebbero comunque versare nelle casse del Villareal potrebbero non essere un esborso insormontabile. I due anni residui di contratto che Trezeguet ha con la Juve (4,5 milioni netti all'anno) costerebbero al lorodo quanto strappare Rossi ai "Sottomarini gialli". E allora perché non provarci?

Terminato il blitz spagnolo: Trezeguet più 15 milioni per Rossi

E’ terminato l’annunciato blitz in Spagna del diesse bianconero Alessio Secco. Il dirigente della Juventus, è infatti volato a Villareal per trattare la cessione di Giuseppe Rossi, talento della nazionale messosi in mostra lunedì sera con una stupenda doppietta. Il club “giallo” ha sempre dichiarato il proprio attaccante incedibile ma, stando a quanto riporta Tuttosport, ha presentato la propria richiesta ai bianconeri: dateci Trezeguet più 15 milioni di euro e se ne può parlare. L’operazione rispecchia chiaramente il valore di mercato di Rossi, valutato circa 25 milioni di euro, e fa sicuramente gola al club bianconero; i 15 milioni verrebbero infatti ricavati da alcune cessioni in programma, come quella di Poulsen, e l’attaccante franco argentino verrebbe dirottato per la Spagna, dopo una stagione sicuramente non esaltante. La palla passa ora a quest’ultimo, che dovrà dare l’avvallo definitivo all’operazione, “abbassandosi” a disputare l’Europa League, ma con la possibilità di iniziare una nuova avventura. Alessio Secco si è altresi incontrato con i dirigenti del Real Madrid per sondare l’operazione Mahamadou Diarra. L’idea bianconera è quella del prestito ma le Merengues avrebbero risposto picche, dichiarandosi disposti solo alla cessione definitiva.

Ballottaggio tra Grosso e Dossena per la fascia sinistra

Il terzino sinistro è uno dei nodi cruciali del calciomercato bianconero. I nomi più gettonati sono quelli di Grosso e Dessena, rispettivamente titolare e riserva della maglia "numero 3" della Nazionale. Lo stesso procuratore di Dossena, Roberto La Florio a calciomercatonews.com, spiega che è in corso un vero e proprio ballottaggio tra i due giocatori: «Al momento non ci sono novità: la società bianconera deve ancora decidere se puntare sul mio assistito o su Grosso». Una cosa è certa la maglia bianconera interessa eccome al terzino di proprietà del Liverpool: «Qualora decidesse di puntare sul mio assistito prenderemo sicuramente in considerazione l'offerta - ha concluso La Florio -. Lui a Liverpool sta bene ma la Juventus è la Juventus, e un po' di nostalgia dell'Italia c'è».

Mellberg in Grecia, Poulsen rifiuta la Turchia

Sembrava che dovesse arrivare da un momento all’altro l’ufficialità delle prime due cessioni della stagione che avrebbero portato nelle casse bianconere una cifra vicina agli 11 milioni di euro. Per Mellberg non sembrano esserci particolari problemi. Si è raggiunto l’accordo con il Panathinaikos per 3,5 milioni di euro e lo svedese è pronto ad avventurarsi nel campionato greco. Per Poulsen invece sembra essere saltata la trattativa con i turchi del Fenerbahce. Il danese non vorrebbe giocare in Turchia visto che le sue ambizioni sono di tornare in Bundesliga all’Amburgo, che si è fatto avanti per sondare il terreno con la dirigenza bianconera. Un danno al momento che i dirigenti bianconeri non hanno preso bene, visto che l’accordo con gli intermediari turchi era stato raggiunto per una cifra vicina ai 7,5 milioni di euro. Naturalmente questo blocca alcune operazioni in entrata prima fra tutte quelle di Andrea Dossena per la fascia sinistra

Per Diarra l’interesse esiste: Secco tratta con il Real

L’indiscrezione circolata nella mattina di ieri, che voleva la Juventus sondare la pista Mahamadou Diarra, ha trovato conferma in serata: Alessio Secco è volato nella capitale spagnola per trattare il centrocampista maliano. L’ex Lione, è diventato la prima vera alternativa a Gaetano D’Agostino. Con l’Udinese, infatti, l’operazione non sta andando per il verso giusto e la Vecchia Signora avrebbe quindi deciso di tutelarsi guardandosi attorno. Il primo obiettivo di Secco è trovare un accordo con Diarra, che guadagna 3,2 milioni di euro a stagione, in linea con il tetto salariale bianconero. Il secondo, più difficile, è raggiungere un’intesa con il Real. Il club madrileno ha infatti prelevato il giocatore nel 2006, pagandolo ben 27 milioni di euro, e non ha intenzione di svenderlo. Diarra sarebbe felice di indossare i colori bianconeri, spinto anche dal connazionale Sissoko, ma soprattutto dall’ex compagno di squadra Cannavaro, primo suo vero sponsor. L’offerta ufficiale della Juventus non è ancora stata presentata, ma dovrebbe arrivare da qui a breve. Una cosa è certa: Diarra è nella lista dei 9 giocatori in svendita, diramata ieri direttamente dal Real Madrid.

© Riproduzione Riservata.