BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIOMERCATO/ Roma, rumors e trattative al 18 giugno. Vucinic verso Manchester, De Rossi-Rela, Mexes rimane, idee Ebouè, Cavani, Pepe

Pubblicazione:

CALCIOMERCATO ROMA : 18 giugno

Il Manchester United stringe per Vucinic

Il Manchester United in pressing su Mirko Vucinic e diventa uno dei primi obiettivi concreti di calciomercato. I 93 milioni di euro che il club inglese incasserà dalla cessione di Cristiano Ronaldo al Real Madrid serviranno a sir Alex Ferguson per acquistare una, forse due punte. Come anticipato da Romanews.eu, tra i nomi che sarebbero sottolineati in rosso nell’agenda del tecnico scozzese, ci sarebbe anche quello di Vucinic, il montenegrino che ha appena rinnovato sino al giugno del 2013 il suo vincolo contrattuale con la Roma in cambio di un sostanzioso aumento dell’ingaggio. Finora nessuno si è fatto vivo con il giocatore e con il suo agente Lucci, ma il contatto dovrebbe essere imminente. Lo rivela una fonte che preferisce rimanere anonima a calciomercatonews.com: "Mirko piace molto al Manchester united che lo segue da tempo, attualmente non c'è una trattativa ma soltanto un interesse concreto. Detto questo credo che una vera trattativa ci sarà nei prossimi giorni e credo che abbia buonissime possibilità di andare in porto".

Attenta Roma! Su De Rossi irrompe il Real Madrid
 

 

Il Real Madrid cerca un uomo per cambiare faccia al centrocampo. Diarrà è sulla lista dei partenti e le Merengues cercano con insistenza Xabi Alonso ma anche il giallorosso De Rossi. E proprio il centrale della Roma e della Nazionale sarebbe diventato l'obiettivo numero uno di Florentino Perez.

 

La notizia è riportata dal quotidiano iberico Mundo Deportivo, che segnala anche Cesc Fabregas tra gli obiettivi per il centrocampo della "Casa Blanca". De Rossi, secondo il quotidiano, sarebbe diventato l'obiettivo principale perché le richieste del Liverpool per Xabi Alonso sarebbero state ritenute eccessive. Rafa Benitez avrebbe chiesto infatti ben 40 milioni di euro.

Alescio: "L'era Sensi è finita"
Le parole di Fabio Alescio a Radio Erre2: “A brevissimo ci sarà l’annuncio della cessione da parte della Roma. Sarà proprio la Roma a darlo e non il gruppo di Fioranelli. Ribadisco che 20 giorni fa questi signori sono giunti alla conclusione della trattativa con la famiglia Sensi. Potrebbero esserci degli altri elementi, ma il rapporto tra chi voleva comprare e chi voleva vendere si è concluso da tempo. Non sarebbe successo, altrimenti, che ci fossero dei comunicati da parte della Roma che annunciavano Fioranelli e la presentazione delle garanzie. La Roma ad un certo punto ha sentito il bisogno, per dialogare con Unicredit, di farsi supportare da Mediobanca, nella figura di Geronzi che da cinquant'anni si occupa di queste cose. Per quanto riguarda le garanzie, le persone del fondo hanno avuto credibilità per chi ha venduto, e credo che questa sia la cosa più importante. Chi ha acquistato ha voglia di farsi volere bene e lo fa solo attraverso i risultati, la chiarezza e la serietà, cose richieste poi anche da Spalletti recentemente. Se stanno impiegando parecchio tempo è perchè non si sta comprando un immobile, ma un’azienda. Chi acquista, logicamente vuole sapere vita morte e miracoli, perchè potrebbe accadere che dopo un paio d’anni possono accadere delle cose. Comunque la notizia non è la data, ma che l’era Sensi è finita. Questi signori sono nel mondo del calcio da anni e vogliono fare una grande Roma, altrimenti avrebbero acquistato il Siena se avessero voluto lottare per non retrocedere. Se avessero chiuso giorni fa, alcuni giocatori avrebbero vestito la maglia della Roma. Non c’è una causa che io devo vincere, se avessi altre notizie e le verificassi, le direi. Quando non ci sono notizie e devi darne tutti i giorni, si dicono delle stupidaggini e diventa vera qualunque cosa, come che le garanzie non sono state accettate dalla banca. Non mi risulta che non sia stata dichiarata la provenienza dei fondi".

Ebouè si propone, Cavani e Pepe nel mirino
Da Londra, sponda Arsenal si propone per l’Italia Emmanuel Eboué, difensore-ala classe ’83, ivoriano naturalizzato belga. Vuole lasciare i gunners e ha ancora un anno di contratto. Costa cinque-sei milioni, troppi al momento. A Trigoria però il calciatore piace. Staremo a vedere. Secondo Il Corriere dello Sport, inoltre, potrebbe essere l'uruguaiano Edinson Cavani, attaccante del Palermo, il prossimo obiettivo di mercato giallorosso. Il centravanti costa però circa quindici milioni e ha un contratto fino al 2011. Un altro giocatore che non dispiace è Simone Pepe, giocatore che a Trigoria conoscono benissimo visto che è cresciuto nel settore giovanile romanista. In questo caso, la trattativa avrebbe dei costi inferiori, a Udine valutano il cartellino del giocatore una decina di milioni di euro, trattabili. Nel senso che potrebbe servire meno cash, sei-sette, il resto potrebbe essere garantito dando all'Udinese un paio di giovani in comproprietà (Okaka e Rosi quelli che potrebbero interessare maggiormente).


© Riproduzione Riservata.