BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIOMERCATO/ As Roma verso l'asta, da Fioranelli niente garanzie

Pubblicazione:martedì 23 giugno 2009

La Roma sta per essere messa all'asta. E' atteso per la chiusura della Borsa un comunicato di Italpetroli che dovrebbe fare chiarezza definitivamente sulle sorti della trattativa con il gruppo svizzero-tedesco capitanato da Vinicio Fioranelli. Le voci che da ieri circolano in ambienti finanziari parlano della mancanza della fideiussione di 201 milioni proveniente da Zurigo e richiesta da Mediobanca. Doveva arrivare entro ieri e a stamani ancora non è pervenuta. Senza questo passaggio non è possibile sottoscrivere la chiusura dell'accordo.

 

A questo punto è sempre più probabile che, a meno di un'ulteriore proroga di 24 ore, Unicredit metta in mora Italpetroli dando il via all'asta per la cessione dell'AS Roma. Una conclusione alla quale, oltre a Fioranelli, non avrebbe voluto arrivare neppure la famiglia Sensi che dall'operazione ricaverebbe ancora meno che non dalla trattativa privata con il gruppo svizzero. Il mandato affidato dalla società a Mediobanca, già preparato nei dettagli dai legali delle parti, prevede sì una base d'asta di 200 milioni per la quota dei Sensi ma con l'eventualità di accettare obbligatamente anche offerte inferiori, con l'unica agevolazione, da parte di UniCredit, di un parziale sconto del debito complessivo di Italpetroli che ammonta a circa 300 milioni di euro.

 

C'è poi un'ultima indiscrezione, arrivata poco fa in redazione, secondo cui nel caso ormai  probabile che la trattativa con Fioranelli si chiuda definitivamente, la banca Unicredit avrebbe già in mano un acquirente pronto a rilevare il club. Da una prima verifica effettuata, l'imprenditore in questione non sarebbe Angelini, più volte accostato alla squadra giallorossa nell'ultimo mese. Non appena avremo ulteriori informazioni vi aggiorneremo.



© Riproduzione Riservata.