BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIOMERCATO/ Roma, rumors e trattative al 28 giugno. Sheva, Huntelaar e Cruz per l’attacco, Fioranelli c’è, Viviano o Iezzo vice Doni

Pubblicazione:domenica 28 giugno 2009

Ecco i nomi per l’attacco: Shevchenko, Huntelaar e Cruz

 

In attesa di conoscere i risvolti societari, prosegue a rilento il calciomercato della Roma. L’obiettivo principale dei capitolini è individuare una prima punta da affiancare al capitano Francesco Totti. Tre sarebbero i giocatori visionati dagli esperti di mercato giallorossi: Shevchenko, Huntelaar e Cruz. Il rossonero sembra la pista più probabile. A breve, infatti, farà ritorno a Londra in cui sarà però solo di passaggio. Sheva ha già lanciato chiari segnali d’amore alla Roma e il tecnico Spalletti sarebbe il primo ammiratore dell’ex Pallone d’Oro. Difficile, invece, l’operazione per Huntelaar. L’olandese del Real Madrid è il vero sogno di mercato ma per averlo bisognerà sacrificare almeno un pezzo pregiato. Infine vi è la pista targata Julio Cruz. El Jardinero si è svincolato dall’Inter ed è in cerca di una nuova squadra. La Roma lo starebbe visionando viste le ottime stagioni passate in nerazzurro.

 

Per la porta spunta Viviano o Iezzo dal Napoli. Lugano per la difesa

 

Il calciomercato della Roma, in questa fase di stallo societario, vive di continue voci e sussurri. L'ulima vuole i capitolini su Emiliano Viviano, portiere in comproprietà tra Inter e Brescia,. Secondo Tuttomercatoweb, la società giallorossa proverebbe a rompere l'egemonia del Parma, che sembrava aver messo le mani sul portiere. Luca Urbani, procuratore di Gennaro Iezzo, ha parlato a ForzaRoma.info del futuro del suo assistito: "Lui è un calciatore ancora sotto contratto con il Napoli per un'altra stagione, io ovviamente non posso in nessun modo trattare con la Roma essendoci un contratto "in essere" con i partenopei. Detto questo non le nascondo che la Roma sarebbe un'eventualità di totale e assoluto gradimento. La Roma credo che abbia bisogno di un'alternativa valida a Doni, di cui nessuno discute la classe ed il valore pur avendo avuto quest'anno alcuni problemi fisici. Credo comunque che la coppia Doni-Iezzo sia molto interessante, darebbe alla squadra una componente di esperienza non trascurabile. Il problema principale sarebbe invece la nutrita concorrenza, in molti vorrebbero vestire i colori giallorossi. Quello che posso dire con certezza è che sarebbe assolutamente entusiasta di poter indossare la maglia della Roma". Diego Lugano chiama la Roma. Il difensore uruguaiano, uno degli obiettivi del calciomercato giallorosso, è alla ricerca di una squadra e vorrebbe approdare in serie A. "Voglio giocare in Europa -dice Lugano a forzaroma.info- ed il campionato italiano è in cima ai miei desideri. È finito il mio contratto con il Fenerbahce e adesso studio qualche proposta da parte di club che mi hanno contattato da tempo. La Roma? Sì, tra questi c'è anche la Roma. Vediamo...".

 

Fioranelli rilancia ma è Unicredit a comandare il gioco

 

Il futuro della Roma resta avvolto nell’incertezza. I giorni passano e le questioni societarie tengono ancora banco. Nonostante Italpetroli, con il comunicato di ieri, abbia deciso di interrompere ogni tipo di valutazione sull’offerta di Vinicio Fioranelli per l’acquisizione della As Roma, il manager svizzero non si arrende e si dice convinto di poter chiudere l’operazione entro quattro-cinque giorni. Ma la palla adesso passa nelle mani di UniCredit, che vanta un credito di circa 300 milioni nei confronti di Italpetroli. La situazione non si sblocca e il ritiro della squadra è ormai alle porte (2 luglio). Pradè, dopo aver preso Guberti e riscattato la metà di Motta, non può più muoversi sul mercato. UNICREDIT – Il destino della Roma è nelle mani di UniCredit. L’istituto di piazza Cordusio sembra non essere più intenzionato a concedere altro tempo alla famiglia Sensi. Il discorso è chiaro: se Italpetroli non attribuirà il mandato a vendere la società a Mediobanca (o ad altri), UniCredit è pronta a passare alle vie giudiziarie. Una azione estrema, che spingerebbe i Sensi a prendere in seria considerazione l’ipotesi di cedere la Roma partendo da un prezzo base d’asta. A questo, va aggiunto che alcune voci riferiscono come la banca guidata da Alessandro Profumo avrebbe un potenziale investitore interessato all'acquisizione del pacchetto di maggioranza del club di Trigoria. In ogni caso, secondo fonti finanziarie ascoltate da Sporteconomy.it, Unicredit non avrebbe alcun interesse a danneggiare la trattativa con Fioranelli, purché tutto si svolga in maniera chiara e trasparente. Se fino ad oggi la trattariva non è andata in porto è perché il soggetto deputato a dare un parere tecnico (Mediobanca) non ha avuto le dovute garanzie. FIORANELLI – La Fio Sport Group è ancora convinta di poter mettere a segno il colpo Roma. Dopo il comunicato di ieri di Italpetroli, Fioranelli resta fiducioso e nelle ultime ore è uscito allo scoperto: “Sono convinto che alla fine raggiungeremo un accordo, si chiuderà in senso positivo - ha detto il manager a Cuore di calcio -. Ribadisco che i tempi non saranno superiori a quattro o cinque giorni”. La trattativa va ormai avanti da mesi, ma Fioranelli non sembra scoraggiarsi: “Ho seguito tutta la stagione sfortunata della Roma anche perché mi occupo di questa trattativa da sei mesi e la non qualificazione alla Champions League non ha cambiato i programmi”. Si sono fatti tanti nomi intorno a questa cordata svizzera. Al Corriere dello Sport, Fioranelli ha confermato il coinvolgimento dell’imprenditore Volker Flick, ma non quello di Massimo Pica. Comunque l’obiettivo per il manager svizzero è solo uno: “Voglio riportare la Roma nell'elite del calcio europeo". MERCATO – Oggi Daniele Pradè era a Milano per risolvere le ultime comproprietà. Quella di Curci è stata rinnovata: il portiere rimarrà un’altra stagione a Siena. Stesso discorso per Barusso, il cui cartellino resta a metà con il Rimini. Il centrocampista ghanese tornerà a Trigoria, ma probabilmente sarà girato in prestito. Magliocchetti è stato riscattato dal Cagliari e Galasso dal Bari. Per loro, la Roma non ha presentato offerte e dunque il loro cartellino è rimasto alla società titolare della compartecipazione. Stesso discorso per Poli e Palermo. Neanche Rosi tornerà a Roma. L’esterno, la scorsa stagione ha giocato in prestito al Livorno. Il presidente Spinelli ha deciso di acquistarlo a titolo definitivo. Su Andreolli, invece, c’è l’interesse del Cagliari ma Spalletti lo vuole in ritiro. Intanto il consulente di mercato dell’Udinese, Stefano Antonelli, ha confermato il gradimento della Roma per Pepe, ribadendo, però, l’incedibilità del giocatore. (romanews)



© Riproduzione Riservata.