BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Olimpia, finale dopo 4 anni. Leggi le pagelle dell’Armani Jeans Milano

Gli uomini di Piero Bucchi si impongono in gara 4 e arrivano in finale. Ora gara1 mercoledì prossimo contro Siena

bucchi_grinta_R375x255_05giu09.jpg (Foto)

ANGELICO BIELLA-ARMANI JEANS MILANO 68-89 (16-20,32-38, 48-64)

 

ANGELICO BIELLA: Jurak 3, Spinelli 14, Jerebko 11,Garri 2, Gist 13, Smith 0, Aradori 15, Brunner 6, Gaines 4, N.e. Danna. Martinetti, Raspino. All Luca Bechi

 

ARMANI JEANS MILANO: Hall 2, Mordente 2, Vitali 10,Thomas 23, Price, Hawkins 13, Katelynas 10, Marconato 8, Beard 2, Sangarè, Taylor 19. N.e. Rocca All.Piero Bucchi

 

ARBITRI: Sabetta, Taurino Loguzzo

 

Spettatori 4621, con buona rappresentanza di tifosi dell’Olimpia.

 

Thomas 8: in una partita che si preannunciava tiratissima Thomas mette subito sotto pressione Biella e per tutta la gara costituisce una grande minaccia per la difesa avversaria. I suoi canestri in apertura spianano la strada ai Milanesi.

 

Vitali 6.5: decisamente la partita migliore della serie per il play italiano con alcune ottime letture in attacco e qualche recupero non scontato in difesa. Ancora qualche difficoltà contro una difesa aggressiva.

 

Taylor 8: percentuali dal campo irreali e un buon contributo in difesa. Quando Biella prova a far crollare le certezze milanesi, Taylor non trema e ricaccia indietro gli ultimi attacchi di un avversario mai domo.

 

Katelynas 7: ottima presenza a rimbalzo e percentuali da due immacolate. Un cambio affidabile quando è chiamato in causa.

 

Beard 6.5: i primi minuti di questi play-off arrivano per i falli presi in un amen dai suoi compagni. In quattro minuti prende due rimbalzi offensivi e segna due punti.

 

Price 5: le sue percentuali cominciano a diventare preoccupanti e lo 0/6 dal campo è decisamente inquietante. 2 palle perse e 0 falli subiti coronano una partita da dimenticare.

 

Mordente 6.5: sempre concentrato e attento il suo è un lavoro poco appariscente ma assoultamente non marginale.

 

Marconato 7: anche nel suo caso l’entrata in campo avviene prematuramente per una scomoda situazione falli di un compagno di reparto. Marconato risponde con ottimi aiuti difensivi e con tiri dalla media distanza per nulla banali.

 

Hawkins 7.5: come in gara 3 ottimo lavoro difensivo su Jerebko a cui rende una decina di centimetri. Nell’altra metà del campo è sempre affidabile.

 

Hall 7: meno decisivo del solito anche perché la partita è molto ben avviata per Milano già alla fine del terzo periodo. Anche lui come Taylor si premura di spegnere gli ultimi fuochi biellesi dopo aver subito sei falli e aver recuperato tre palloni.

 

Sangarè s.v.

 

(Francesco Sala)

© Riproduzione Riservata.