BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOMERCATO/ Milan, dal Real la possibile soluzione per l'attacco

Potrebbe essere l'attaccante del Real Madrid il colpo di calciomercato e la soluzione per l'attacco di Leonardo

huntelaar_R375x255_09feb09.jpg (Foto)

Il Milan sta ancora cercando un attaccante sul calciomercato. Fallito l'assalto a Dzeko ed essendo sempre più lontano Adebayor, la società rossonera sta guardando alla Spagna per trovare una punta, i nomi sono quelli di Luis Fabiano e Huntelaar. Andiamo con ordine: il Wolfsburg ha fatto sapere ieri che le dichiarazioni del loro giocatore, in cui giurava amore alla maglia e la volontà di restare al 100%, sono spontanee e dettate dalla voglia reale del calciatore di restare con la squadra vincitrice della Bundesliga. Dunque si può mettere la parola fine su questa vicenda. Per quanto riguarda Adebayor, il problema sembrerebbe essere legato all'ingaggio. Il milan, dopo la cessione di Kakà e il successivo riassestamento del buco di bilancio, ha messo un tetto ai salari che non dovranno superare i 4 milioni di euro netti a stagione. Dal momento che il togolese guadagna attualmente intorno ai 3,8 milioni, per andare via dall'Arsenal ne richiederebbe almeno 4,5.

La dirigenza rossonera si è così buttata su altre piste che portano in Spagna. Il primo nome, già nell'aria da qualche giorno, è quello di Luis Fabiano. Il capocannoniere della Confederations Cup è stato valutato 30 milioni, trattabili secondo il suo procuratore. Inoltre il giocatore del Siviglia è comunitario e questo potrebbe far comodo nonostante il Milan abbia ancora posto per un extra comunitario. Il secondo nome è quello dell'olandese Huntelaar. Il giocatore madrileno potrebbe fare parte di un tacito accordo tra Perez e Galliani. Il trattamento di favore riservato dal Milan al presidente del Real in occasione della trattativa di Kakà, potrebbe tornare utile nell'eventuale assalto all'attaccante olandese. Si parla anche di un possibile prestito oneroso del calciatore.

Nel frattempo il Milan sta puntando molto su giovani promettenti come Zigoni e Beretta, aspettando  Paloschi, lasciato a maturare un altro anno a Parma.

© Riproduzione Riservata.