BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIOMERCATO/ Milan, Berlusconi su Luis Fabiano: no a spese irragionevoli

Pubblicazione:domenica 12 luglio 2009

berlusconi_bordocampo_R375x255_26FEB09.jpg (Foto)

«Non so quanto buone siano le possibilità che arrivi Luis Fabiano, però noi volevamo impostare una campagna solo sui giovani». Questo il pensiero del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, che ha espresso un giudizio sull’ipotesi di calciomercato che vedrebbe l'attaccante brasiliano del Siviglia, prossimo possibile acquisto del Milan.

 

Il patron rossonero ha voluto essere presente a Varese alla prima amichevole della stagione, dopo gli impegni internazionali per il G8 all’Aquila. «Abbiamo aggiunto alla rosa Zigoni, che è una promessa e personalmente andrei su questa linea - ha spiegato Berlusconi a Mediaset -. Poi abbiamo Borriello, Pato, Inzaghi, non è che siamo sguarniti in attacco. Vediamo, non è che siamo disposti a fare spese fuori dalla ragione in un momento come quello che stiamo attraversando di un'economia difficile».

 

In particolare, il patron rossonero punta su Ronaldinho, suo pupillo. «Deve essere l'uomo in più del Milan quest'anno: c'è la responsabilità di una cessione che il Milan è stato costretto a fare - ha osservato riferendosi all'addio di Kakà -, ma questo darà spazio a Ronaldinho. Anche tutti gli altri giocatori vogliono che questo sia l'anno di Ronaldinho, che ha 29 anni ed è intatto fisicamente. Tanto - ha concluso Berlusconi - da avere la volontà di diventare l'uomo in più di questo Milan, e io credo che possiamo sperarci».

 

Infine a un ragazzo, che già all'inizio della partita gli aveva urlato a gran voce di comprare «giocatori, ma quelli veri, non quelli finiti» e nell’intervallo ha rimarco le sue critiche con lo slogan: «Devi investire», il numero uno rossonero ha risposto per le rime. «In 25 anni non abbiamo mai venduto i giocatori, solo Kakà perchè siamo stati costretti». «Dovevi dirci - ha replicato ancora il patron rossonero al tifoso che incalzava - che avevi tu 75 milioni di euro da darci...».



© Riproduzione Riservata.