BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

CALCIOMERCATO/ Inter, rumors e trattative al 13 luglio. Ibra offerta Chelsea, ritorna Jenas, Branca sul mercato e futuro

Tutte le operazioni di mercato dei nerazzurri aggiornate a ieri

Moratti e Mourinho sono sicuri, rimarrà all'Inter, ma nel giorno in cui arrivano dall'Inghilterra rumors circa una maxi offerta da 70 milioni di euro che il Chelsea starebbe per presentare, Ibrahimovic lascia ancora aperte le voci sul suo futuro. «Vediamo, vediamo, vediamo vediamo»: così ha risposto Zlatan Ibrahimovic ha risposto così a chi gli chiedeva se il suo futuro sarà sicuramente all'Inter «Vediamo, un giorno alla volta», ha aggiunto lo svedese che ha anche spiegato di essere comunque «Molto felice all'Inter».

Dall'Inghilterra arriva una voce di calciomercato che potrebbe sconvolgere i piani degli uomini mercato nerazzurri: il Chelsea piomba su Ibrahimovic e lo fa con una maxi- offerta, molto vicina a quello che Moratti chiedeva per il campione di Malmoe. Lo "spara" il News of the World, che racconta di un'offerta da 50 milioni di sterline (circa 58 milioni di euro) più Deco e Carvalho, cioè un'offerta globale di 70 milioni di euro. «Sono a conoscenza del'interesse del Chelsea nei miei confronti - avrebbe detto Ibra al News of the World - e questo è molto lusinghiero per me. Il Chelsea è una delle più grandi squadre a livello europeo e la Premier League è uno dei migliori campionati al mondo». E pur di andare al Chelsea lo svedese sarebbe disposto a ridursi l'ingaggio: «il denaro non è la cosa più importante. Io prendo una decisione in base a ciò che è meglio per me, alla situazione che mi si adatta di più. Le domande che mi pongo sono altre: posso essere speciale anche in quel campionato e in quella squadra dove sto andando a giocare?».

Il calciomercato dell’Inter è in una fase di semi stallo. Le operazione in entrata Deco, Carvalho e Arnautovic, sono a portata di mano ma non si sbloccano. Delle tre trattative, quelle più complicate sembrano le due con i londinesi. Ma Marco Branca rimane comunque fiducioso: «Non abbiamo fretta, purtroppo mancano 50 giorni a fine mercato e abbiamo tempo di pensare – spiega il dirigente nerazzurro - le valutazioni cambiano a distanza di un mese, e per Mourinho non sarà un problema aspettare. Per Deco e Carvalho ho parlato con il Chelsea, ma la valutazione che mi hanno dato è stata eccessiva. Magari riparleremo». Quindi Branca continua: «Il mercato è partito molto scoppiettante, poi è rallentato per colpa di acquisti eclatanti. Non mi sembra che Milan e Manchester, per fare due nomi, abbiamo speso molto, mentre da noi sono arrivati Milito e Thiago Motta. Abbiamo cominciato prima e a posteriori abbiamo fatto bene. Con Milito e Thiago Motta partiamo da una base alta, poi il futuro è sempre migliorabile. Anche perché quello che ha fatto il Real è fuori dalla norma». Uno sguardo anche al mercato in uscita: «Abbiamo offerte per lui, Rivas, Vieira e Mancini ma per chiudere un’operazione serve l’accordo di tre parti: chi vende, chi compra e il giocatore. E spesso nel nostro caso manca l’ok del giocatore». Infine un commento sulle parole rilasciate venerdì da Mourinho, che ha definito la squadra non ancora all’altezza delle big d’Europa: «Le sue non erano minacce ma considerazioni sul progetto tecnico che sta sviluppando – conclude l’ex attaccante - stiamo facendo i nostri ragionamenti, ma tecnicamente i nostri obiettivi sono chiari. Per comprare faremo il possibile e a volte l’impossibile».

Potrebbe essere il centrocampista del Tottenham Jermaine Jenas l'uomo giusto per il centrocampo di José Mourinho. Il giocatore, già seguito dai nerazzurri durante il calciomercato invernale. Il nome viene ributtato nella mischia dal domenicale inglese People. Secondo la testata d'oltremanica il centrocampista, classe 1983, sarebbe l'uomo richiesto dallo Special One visto il fallimento della trattativa per Deco.

© Riproduzione Riservata.