BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

ESCLUSIVA CALCIOMERCATO/ Napoli, Bagni: «Il gruppo farà la differenza. I tifosi possono sognare…»

SALVATORE BAGNI commentatore Rai ed esperto di calciomercato, analizza i colpi di mercato del Napoli e gli innesti della squadra di Roberto Donadoni

Donadoni_R375_11mar09.jpg(Foto)

De Sanctis, Campagnaro, Zuniga, Cigarini, Quagliarella, Obinna. 6 colpi di calciomercato, un Napoli scatenato e unica tra le big a investire tante decine di milioni di euro per coronare nel giro di un paio di anni il sogno Champions League. Il tifo partenopeo, cuore e passione, sogna con il nuovo Napoli targato De Laurentiis-Marino-Donadoni. Salvatore Bagni, in esclusiva a ilsussidiario.net, commenta il mercato degli azzurri, sottolineando come il gruppo sarà l'arma in più della squadra di Roberto Donadoni.

Un mercato sfavillante quello del Napoli…

Più che sulla qualità dei singoli si è andati sul gruppo. Prima si cercava la qualità dei singoli,  i talenti, ora il Napoli ha cercato anche di migliorare la qualità del gruppo.

Qual è il miglior acquisto per lei?

A me piace in modo particolare Campagnaro. Sono sicuro che si troverà benissimo a Napoli. E’ un trascinatore, ha carattere. E’ un giocatore maturo che ha personalità. Questo è stato a mio avviso il colpo migliore.

In attacco ci sono Quagliarella e Obinna ma sembrano ancora vive le piste che portano a Pandev o Cruz…

Pandev non arriverà. In attacco penso che non ci saranno altre novità in entrata. Salvo che non vendano qualcuno. L’idea è di giocare a 3 in attacco: Quagliarella, Lavezzi, Obinna

Quest’anno non si è badato a spese…

C’è da dire che il Napoli ha sempre investito tanto sul mercato da quando c’è De Laurentiis come presidente e Pierpaolo Marino come direttore. Ha trovato ottimi giocatori e quest’anno è rimasto, dal punto di vista degli ’investimento, sulla falsariga degli anni passati.

Poi ci sono sempre giocatori del calibro di Hamsik e Lavezzi…

Due grandi colpi di Marino che si è assicurato con investimenti abbastanza abbordabili due giovani molto interessanti per qualità e tecnica. Un gruppo di qualità che può sopperire anche alla mancanza di un singolo.

Loro due hanno avuto una stagione altalenante lo scorso anno...

Quando mancava l’apporto del Pocho o dello stesso Hamsik la squadra era depotenziata. La filosofia adesso è cambiata, visto che se mancherà uno dei nuovi acquisti la squadra riuscirà tranquillamente a colmare la lacuna senza veder stravolto l’intero assetto dell’undici titolare. E’ questa la nuova filosofia del Napoli rispetto agli anni scorsi. Si è cercato di dare quella continuità che è mancata lo scorso anno.

Il capitolo Lavezzi è ormai chiuso?

Si è sempre tra persone intelligenti. Si litiga, ci si chiarisce e poi il rapporto ritorna quello di un tempo. E forse potrebbe arrivare anche quel ritocco del contratto tanto richiesto dai suoi procuratori...

Tutto dimenticato?

Secondo me sì. Perché se è vero che il Napoli deve tanto a Lavezzi anche l’argentino deve tanto alla squadra azzurra.

Donadoni è l’allenatore giusto per far tornare grande il Napoli?

Non sarà semplice tornare agli anni di Diego. De Laurentiis in questi 5 anni ha fatto un ottimo lavoro. Roberto ha idee chiare e sa quello che vuole e credo che siano state accolte alcune sue richieste viste gli acquisti di alcuni giocatori italiani.

Si sta avvicinando  a quei tempi?

Eravano una squadra stupenda ma senza Diego non avremmo vinto niente. Avevamo Careca, Giordano, Carnevale davanti. E’ dura tornare a vincere ma l’obiettivo è quello e sognare è importante.

Napoli tra le grandi?

Sicuramente tra le prime 6 e si potrebbe inserire tra Fiorentina e Roma.

© Riproduzione Riservata.