BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ESCLUSIVA CALCIOMERCATO/ Roberto Prini (Sky Sport): i talenti League 1 e le trattative sull'asse Italia-Francia

ROBERTO PRINI, caposervizio di Sky Sport ed esperto di calcio internazionale, delinea gli scenari di calciomercato sull’asse Italia-Francia e racconta i giocatori più interessanti della League 1

benzema_R375x255_27nov08.jpg (Foto)

Trezeguet, Grosso, Ederson. Sono sono alcuni dei nomi "caldii" nelle trattive di calciomercato. Abbiamo chiesto a Roberto Prini, caposervizio di Sky Sport ed esperto di calcio internazionale, di delineare, in esclusiva per ilsussidiario.net, gli scenari di mercato sull’asse Italia-Francia.

Il presidente del Lione Aulas ha aperto all’affare Trezeguet…

L’attaccante della Juventus piace molto al Lione, soprattutto adesso che hanno venduto Benzema al Real. La squadra francese in questo momento ha fatto cassa e può spendere. Ha bisogno di un giocatore di esperienza attorno a cui far crescere i nuovi talenti e ricostruire una squadra che ha sempre vinto, tranne quest’anno.

Si può chiudere?

Credo che l’affare andrà in porto, nonostante si segua anche Lisandro Lopez, bomber del Porto che però ha un costo del cartellino molto maggiore rispetto a quello dello juventino. Trezeguet vuole ritornare in Francia, tentando di riconquistare una chiamata per i Mondiali dopo gli screzi avuti in passato con Domenech. Tra l’altro ritroverebbe come allenatore Claude Puel che ha già avuto nel 2000 al Monaco e che nutre una forte stima nei suoi confronti: in quella stagione vinsero il titolo tra l’altro. Non saprei invece dire a che cifre si potrebbe chiudere, ma è plausibile l’idea di uno scambio con Fabio Grosso più un piccolo conguaglio a favore dei bianconeri.

Si dice che Vieira sia vicino a chiudere con il Paris Saint Germain…

In realtà la squadra parigina ha già speso molto. Ha ripreso il portiere Coupet, dopo l’esperienza infelice all’Atletico Madrid e Erding del Sochaux. Il costo del cartellino del centrocampista dell’Inter è alto così come l’ingaggio. I dirigenti parigini vorrebbero limare al ribasso le richieste. Anche in questo caso credo che l’affare possa andare in porto mentre trovo meno percorribile l’ipotesi Birmingham, nonostante la presunta offerta faranoica. Credo che il richiamo della capitale valga di più dei corteggiamenti di una neopromossa in Premier League.

Il Milan ha commesso un errore a cedere Gourcuff al Bordeaux?

Se quando hanno ceduto Gourcuff sapevano già che Kakà sarebbe andato via hanno commesso un errore. Il francese era il suo sostituto naturale. C’è però da dire che probabilmente la dirigenza rossonera aveva già deciso per Leonardo, che proporrà un modulo diverso rispetto a quello di Ancelotti. Comunque il giocatore ha personalità, è bravo ed è stato determinante per il successo in campionato del Bordeaux.

I Girondini hanno quindi azzeccato l’investimento?

E’ il miglior giovane che è uscito in quel ruolo nell’ultimo periodo dal calcio francese. E’ più solido di Ben Arfa e Nasri e la società ha fatto bene a fare uno sforzo economico come investimento per il futuro. Ho però l’impressione che in generale il Bordeaux si stia indebolendo: ha ceduto la colonna difensiva Diawarà al Marsiglia, il portiere Ramè, che ha dato sicurezza e tranquillità a tutta la squadra, smetterà di giocare. Ci sono anche voci che parlano della cessione della punta Marouane Chamakh…

Chi vincerà la prossima League 1?

Vedo bene il Marsiglia. Ha preso Diawarà, Cissè, Lucho Gonzales (a mio parere un giocatore molto interessante), e il centrocampista Mbia del Rennes. In panchina hanno Deschamps, un allenatore abituato a vincere e in attacco la coppia d’oro Niang e Konè. Ovviamente bisogna aspettare di vedere come il Lione reinvestirà tutti i soldi arrivati da Madrid.

Abbiamo parlato prima di Ben Arfa: alcune voci in passato l’hanno accostato a Roma e Juventus…

Credo che rimarrà in Francia. Ha sempre fatto fatica a trovare continuità di gioco e nel Lione (la squadra che l’ha lanciato), era spesso in panchina. L’aria di Marsiglia sembra avergli fatto bene ma credo gli manchi ancora la continuità necessaria per essere un grande giocatore.

Menez è un giocatore che può servire ancora alla Roma?

Se vuoi lo scudetto o la Champions non puoi puntare su uno come Menez, è un buon gicatore ma non da grandissima squadra, come Ben Arfa e Meghni: sono giovani cresciuti bene, hanno talento ma non hanno una grande personalità, e nemmeno esperienza internazionale. Facciamo conto che c’è più pressione al Siena in Italia che in una squadra media, come il Monaco, in Francia. Karim Benzema invece era già decisivo nel Lione che vinceva, lui ha un’altra stoffa…

Ederson dicono sia seguito da Lazio e Inter

E’ arrivato nel momento di calo del Lione dopo il filotto di campionati vinti e dopo un prestito al Nizza. E’ molto giovane, un po’ discontinuo, però ha i colpi per diventare un grande giocatore. Credo che comunqur non sia ancora pronto per una big del campionato italiano.

Si parla molto anche di Sakho…

E’ un giocatore che amo particolarmente: può fare sia il centrale di difesa che giocare a centrocampo. E’ una roccia: forte fisicamente, discreto tecnicamente, la Juventus lo aveva seguito per un po’ di tempo.

C’è un giocatore che consiglieresti a qualche squadra italiana?

Quest’anno si sono messi in mostra due giocatori che provenivano dalla Ligue 2: Gignac del Tolosa e Hoarau del Paris Saint Germain. Il giocatore dei parigini è uno ha sempre fatto gol in tutte le categorie in cui ha giocato e ha trascinato la squadra della capitale in zona coppe. Un altro che mi piace è l’argentino del Bordeaux Cavenaghi e interessante è il portiere Yohann Pelé, appena passato al Tolosa.

© Riproduzione Riservata.