BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOMERCATO/ L'Inter vuole vendere: Vieira, Mancini e... Muntari

Ad oggi, con Maicon e Ibra probabili "restanti", l'Inter per tornare sul mercato deve effettuare qualche cessione. I più probabili candidati alla partenza sono Mancini, Vieira e Muntari. Se per i primi due la strada non sembra agevole, paradossalmente per Muntari il trasferimento sembra potersi oncretizzare

Ad oggi, con Maicon e Ibra probabili "restanti", l'Inter per tornare sul mercato deve effettuare qualche cessione. I più probabili candidati alla partenza sono Mancini, Vieira e Muntari. Se per i primi due la strada non sembra agevole, paradossalmente per Muntari il trasferimento sembra potersi oncretizzare.

Come riportato da Qsvs, Amantino Mancini, arrivato un anno fa ma mai integratosi negli schemi dello "Special one". La sua situazione però è una delle più problematiche, perché ha un ingaggio di 3,5 milioni che poche squadre potrebbero garantirgli, e perché ad oggi non ci sono valide pretendenti. All'ex romanista è interessato il West Ham di Gianfranco Zola, ma il feeling non è reciproco, e l'operazione difficilmente andrà in porto.

Un altro nerazzurro con la valigia pronta è Patrick Vieira, ma il suo contratto scade fra un anno, quindi l'Inter non può certo chiedere cifre elevate. Vendendolo si libererebbe però del suo stipendio: oltre 5 milioni e mezzo all'anno. Per lui si è fatto vivo il Birmingham, soluzione non gradita al francese, che preferirebbe tornare in patria. La pista Paris Saint Germain si è raffreddata, ma l'ex mediano dell'Arsenal nei giorni scorsi è stato contattato dal Lione, che gli ha offerto un biennale da 2 milioni a stagione. Difficile però che il centrocampista si adegui a guadagnare in 2 anni meno di quanto avrebbe guadagnato in un anno solo con i neroazzurri.

Sulla lista dei partenti potrebbe finire anche un insospettabile: Sulley Muntari, nel mirino del Tottenham, che potrebbe offrire 17 milioni di euro ai campioni d'Italia. Una proposta che i dirigenti di corso Vittorio Emanuele prenderebbero in considerazione, ben consapevoli però che perdendo il ghanese sarebbe necessario un nuovo intervento sul mercato per sostituirlo.

© Riproduzione Riservata.