BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOMERCATO/ Milan, Adriano Galliani sul mercato: «Un attaccante poi abbiamo chiuso»

L’ad rossonero fa il punto sulle trattative di calciomercato

gallianiR375_09dic08.JPG (Foto)

Il calciomercato del Milan è ad un passo dalla conclusione. Ad annunciarlo è l’amministratore delegato rossonero. Dopo l’acquisto un po’ a sorpresa targato Onyewu, i rossoneri si fionderanno sull’affare Luis Fabiano: «A questo punto basta con i Cissokho o altri perchè siamo in troppi: è tutto chiuso e rimane in piedi una sola trattativa che riguarda Luis Fabiano, giocatore che il nostro allenatore preferisce a Huntelaar. Ci dividono un po’ di milioncini di euro, la differenza è ancora consistente – spiega Galliani riferendosi all’operazione con gli andalusi - e del resto non c'è molto ancora da parlare, col Siviglia c'è da trovare un accordo sulle cifre. Abbiamo strachiuso e l'unica trattativa è per Fabiano».

Un commento d’obbligo sul difensore statunitense: «E’ il secondo acquisto non il primo – continua - perchè c'è anche Thiago Silva che l'anno scorso non era tesserato. L'americano mi sembra un buon giocatore che rafforza il pacchetto difensivo. Onyewu lo seguivamo ce ne ha parlato molto Luciano D'onofrio che è l'anima dello Standard Liegi, è un buon giocatore che ha sempre fatto bene e la Confederations cup ha alzato le sue quotazioni». La casella extracomunitari, potrebbe quindi rimanere libera: «La teniamo libera, non è detto che debba arrivare in estate, c'è anche il mercato di gennaio».

Infine un commento sulle contestazioni dei tifosi: «I tifosi sono tanti, alcuni contestano, altri non lo fanno. Certo, io capisco che la cessione di Kakà ha influito nella psiche di ciascuno di noi, ma la vita continua anche se non credo ci sia qualcuno che possa sostituire Kakà soprattutto nei suoi aspetti morali. Perchè Kakà è un grandissimo giocatore, ma è un giocatore. Il personaggio Kakà ha invece lasciato un senso di vedovanza in tutti i tifosi del Milan fra cui il sottoscritto. Ma il Milan è sopravvissuto a Nordhal, a Rivera a Van Basten a Baresi. Sopravviverà anche a Maldini e a Kakà»

© Riproduzione Riservata.