BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

CALCIOMERCATO/ Napoli, rumors e trattative all’8 luglio. De Laurentiis striglia Lavezzi, addio Pandev, piste Barusso e Mudingayi, Pozzi resta a Empoli

Tutte le operazioni di mercato dei partenopei aggiornate a ieri

De Laurentiis striglia Lavezzi: «E’ ora di far vedere qualcosa!»

Non le manda certo a dire il numero uno del Napoli, Aurelio De Laurentiis. In occasione della presentazione del nuovo sponsor tecnico, infatti, il patron partenopeo ha strigliato ancora una volta Ezequiel Lavezzi: «Caro Lavezzi quest’anno dovrai sudare parecchio per vendere tante maglie – parla il numero uno degli azzurri - basta con i falsi miti, per il Napoli è giunta l’ora di vincere qualcosa. Poi si potranno creare i miti. Non gli abbiamo mica chiuso le porte in faccia. Lui ha ritenuto giusto partire senza neanche salutarci, certo non posso pretendere che tutti i miei giocatori provengano da Oxford». De Laurentiis poi aggiunge e conclude: «Quando tornerà, cercheremo di spiegarci con il sorriso sulle labbra. Forse il suo contratto non lo ha nemmeno letto ecco perché vorrei organizzare un “ritiro contrattuale”, all’interno del quale spiegare ai calciatori i loro diritti e i loro doveri. Il problema sono i procuratori, negli Stati Uniti esiste una figura simile, ma è molto professionale, ci sono persone laureate ad Harvard che svolgono questo mestiere. Entro un anno, comunque, il Napoli allargherà i propri quadri societari con figure che faranno da cuscinetto tra club e squadra».

Agente Barusso: nessun contatto ma soluzione più che gradita

Ahmed Barusso, sembra questo il nome nuovo per la linea mediana del centrocampo partenopeo. Il ghanese (nella foto con la maglia del Galatasaray), classe 1984, è un giocatore di proprietà della Roma; dotato di grande fisicità e buona tecnica. Secondo i rumors di calciomercato fsi dice fosse stato adocchiato dal dg Marino ai tempi del Rimini, in cui militò per una stagione prima di essere acquistato dai giallorossi. Al momento sta svolgendo il ritiro precampionato agli ordini del tecnico Spalletti e potrebbe chiedere la cessione. TuttoNapoli.net ha contattato il suo procuratore, Mauro Cevoli, per avere maggiori dettagli sulla possibile trattativa «Smentisco questa voce. Barusso è a tutti gli effetti un giocatore della Roma. Non ho avuto nessun tipo di contatto con il Napoli. La sua eventuale cessione sarà valutata tra un paio di settimane, poichè la Roma ha problemi più grossi da risolvere. Probabilmente ci sarà stato un pour parler tra le due società per scambiarsi opinioni, ma al momento ripeto non c'è niente di concreto». Napoli comunque sarebbe una destinazione più che gradita. «Sicuramente è una delle piazze più importanti d’Italia. Ma non essendoci niente di concreto non vorrei sbilanciarmi più di tanto… » ha concluso l’agente.

Pandev verso la Russia e Cruz verso Roma

Il presidente della Lazio Claudio Lotito sembra intenzionato ad accettare l'offerta di 15 milioni dello Zenit per l'attaccante macedone che sembra quindi allontanarsi sempre di più da Napoli. Il ds partenopeo Marino, che deve competare il calciomercato parteoneo con un centrocampista e una punta, aveva sondato il terreno per il macedone senza però avere molta fortuna. Per Goran pandev la società biancoceleste aveva chiesto 18 milioni e i 15 offerti dalla squadra russa sono la proposta migliore ricevuta fino ad ora. Nei prossimi giorni, dunque, le società dovrebbero trovare facilmente un accordo. Il nodo da sciogliere diventerà a quel punto la volontà del giocatore. L'attaccante laziale reduce da due ottime stagioni vuole una squadra che giochi la Champions League, mentre lo Zenit disputerà l'Europa League. Tuttavia Pandev si siederà al tavolo delle trattative per capire l'entità dell'offerta del club Russo. Se pandev dovesse partire per il Napoli si complicherebbe anche un'altra pista, quella che porta a Cruz. L'attacante argentino infatti sarebbe il possibile "rimpiazzo" dell'attaccante macedone. A questo punto per De Laurentis oltre al danno si potrebbe consumare anche la beffa.

Pozzi : nessuna offerta, penso solo all’Empoli

Settimana scorsa Pierpaolo Marino e Tullio Tinti si erano visti a cena e tra una portata e l’altra il procuratore bresciano aveva promosso al dirigente partenopeo, di fare un pensiero su Nicola Pozzi. L’attaccante dell’Empoli è stato determinante per il raggiungimeto dei play off per la Serie A e nelle ultime ore il suo nome era dato tra i papabili per un posto nel tridente d’attacco, formato al momento da Lavezzi e Quagliarella. Nel pomeriggio sono arrivate le dichiarazioni di Pozzi a mediterraneonline.it. «Devo rientrare a Empoli per poi parlare con il mio procuratore che non ho ancora sentito e se mi dirà qualcosa parlerò con la società. Mi fa piacere essere stato accostato anche a Napoli e Fiorentina però non c’è niente di concreto per adesso». «E’ normale che tutte le grandi piazze sono irriunciabili per qualsiasi giocatore, che si chiami Napoli, Palermo o Fiorentina. Nessuno può rifiutare un’offerta del genere ma per ora sono discorsi portati via dal vento perchè non c’è niente, se un giorno l’Empoli dovesse dirmi di aver trovato un accordo, ad esempio con il Palermo, sicuramente sarei contento e valuterei la cosa con il procuratore ma ad oggi sono solo voci, e non voglio illudermi anche perchè voglio rispettare la mia società fino all’ultimo» ha concluso l’attaccante di origine romagnole

Torna il nome di Mudingayi per il centrocampo

Mudingayi è ancora un obiettivo del calciomercato partenopeo. Dopo un rallentamento nei contatti, dovuto anche all'inserimento del Fenerbache, Napoli e Bologna hanno ricominciato a parlare e proprio il belga di origini congolesi potrebbe essere il centrocampista di qunatità che andrà ad aggiungere grinta e muscoli al centrocampo di Donadoni. Per portare a Napoli il giocatore si lavora sulle contropartite: oltre a Pazienza, di cui si parlava nei giorni scorsi, potrebbe esserci l'inserimento anche di Rinaudo o dell'attaccante uruguaiano Marcelo Zalayeta.

© Riproduzione Riservata.