BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIOMERCATO/ Roma, Tacopina conferma: Soros fece offerta per comprare società!

Pubblicazione:martedì 11 agosto 2009

sensi_mezzafiguraR375x255_18ago08.JPG (Foto)

CALCIOMERCATO ROMA - La trattativa tra la Roma e un gruppo legato al finanziere George Soros ci fu, che presentò un'offerta per l'acquisto del pacchetto di maggioranza dell'As Roma. Lo conferma oggi Joseph Tacopina, avvocato americano. Il legale è stato chiamato ieri in causa da Rosella Sensi, durante la conferenza stampa indetta in un hotel di Civitavecchia.

 

Tacopina non ci sta e con una nota smentisce le affermazioni del presidente giallorosso.

 

«In relazione alle dichiarazioni rilasciate alla stampa - dice in una nota uscita in sera - dalla Dott.ssa Rosella Sensi nella giornata di ieri, TAG Partners LLC, rappresentato dall'Avv. Joseph Tacopina, precisa di aver conferito mandato alla Inner Circle Sports LLC di negoziare una possibile acquisizione della AS Roma SpA nel luglio 2007. La trattativa per detta acquisizione è stata condotta esclusivamente dalla Inner Circle Sports LLC a nome di TAG Partners LLC e soprattutto del Soros Fund Management LLC con i rappresentanti indicati da Compagnia Italpetroli SpA, tra il settembre 2007 e l'aprile 2008.

 

Come consulenti dell'operazione sono stati inoltre incaricati anche la banca Rothschild e lo studio legale Paul Hasting Janofsky & Walker LLP, e successivamente gli studi legali Cleary Gottlieb Steen & Hamilton LLP e Tonucci & Partners. Le informazioni e la documentazione relative a detta trattativa sono state a suo tempo fornite all'Autorità italiana di vigilanza dei mercati finanziari - Consob - dietro sua richiesta, a seguito dell'apertura di una indagine da parte della Consob stessa. Motivo per il quale sia TAG Partners LLC sia gli altri soggetti coinvolti nell'iniziativa si sono astenuti fino ad oggi dal rilasciare qualsiasi dichiarazione ufficiale su detta vicenda.

 

Pur non potendo immaginare i motivi della possibile querela ipotizzata dalla Dott.ssa Sensi nei confronti dell'Avv. Tacopina - conclude il comunicato - si invita comunque la Dott.ssa Sensi a procedere senza indugio, al fine di chiarire anche di fronte all'Autorità Giudiziaria, oltre che alla Consob, quanto ritenga sia eventualmente necessario chiarire».



© Riproduzione Riservata.