BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SORTEGGI CHAMPIONS/ Milan, Inter, Fiorentina e Juventus: ecco le insidie e i vantaggi

Pubblicazione:

champions_sorteggi09_R375x255_27ago09.jpg

Che Champions! Milan e Inter iniziano subito con il botto la fase a gironi della Champions League 2009/2010. Nell’urna le italiane hanno pescato il Real Madrid (Milan) e il Barcellona (Inter). Il Milan incontra Kakà e un Real ricostruito da Perez (investiti 250 milioni di euro). I rossoneri non devono nemmeno sottovalutare il Marsiglia allenato da Didier Deschamps. Anche la sfida con i francesi rievoca un passato di luci e ombre.

 

Non preoccupa lo Zurigo, già superato lo scorso anno in Coppa Uefa. Julio Cesar voleva Ibrahimovic ed è stato accontentato. Gli uomini di Guardiola, trascinati da Leo Messi (eletto dagli allenatori miglior giocatore della passata Champions) sono la squadra più completa in campo europeo. Purtroppo Mourinho dovrà lottare fino in fondo per superare gli altri avversari: gli ucraini della Dinamo Kiev e i campioni di Russia del Rubin Kazan sono a metà campionato e possono vantare una maggiore condizione fisica. Milan e Inter faticheranno e, i nerazzurri insegnano, la mancata conquista del primo posto del proprio raggruppamento potrebbe condizionare il prosieguo della Champions.

 

E’ andata un po’ meglio alla Juve che ha pescato il Bayern Monaco, club blasonato ma mai così in crisi di risultati come oggi. I bavaresi devono fare i conti anche con le bizze di Ribery, corteggiato da Real e Chelsea. Il girone della Juve si presenta equilibrato con i campioni di Francia del Bordeaux, che non hanno alcuna intenzione di restare a guardare. L’altra squadra (Maccari Haifa) è abbordabile, ma non bisogna certo tralasciare le difficoltà ambientali, legate all’instabilità della situazione geopolitica, della trasferta israeliana.

 

I bianconeri hanno l’opportunità di chiudere al primo posto il loro girone. I sorteggi non sono stati benevoli con la Fiorentina: Liverpool (nonostante la partenza di Xabi Alonso) e Lione sono due compagini temibili. Per i viola l’unica nota positiva arriva dalla presenza del Debrecen, modesta squadra ungherese. Gli uomini di Prandelli faranno la corsa sul Lione per agguantare con il secondo posto una storica qualificazione alla seconda fase.


(Luciano Zanardini)


LEGGI IL GIRONE DELLA FIORENTINA


LEGGI IL GIRONE DEL MILAN


LEGGI IL GIRONE DELL'INTER


LEGGI IL GIRONE DELLA JUVENTUS


LEGGI TUTTI GLI 8 GIRONI



© Riproduzione Riservata.