BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIOMERCATO/ Napoli, De Laurentiis giudice: sul banco degli imputati la gestione Marino

Pubblicazione:domenica 9 agosto 2009

DeLaurentiis_R375_20ott08.jpg (Foto)

CALCIOMERCATO NAPOLI - No, De Laurentiis non è uscito di senno. Il presidente del Napoli ha sbottato tutta la sua rabbia per una situazione che si protrae ormai da due anni. Il massimo rappresentante dei campani paga gli stipendi di giocatori che non sono all’altezza delle aspettative del San Paolo. Giocatori che, però, non hanno alcuna intenzione di lasciare il Vesuvio.

 

Di chi la colpa? In parte del direttore sportivo Pierpaolo Marino, in parte di un sistema pallone che fa acqua da tutte le parti. Se le big (a livello di potenziale economico) possono permettersi di avere a libro paga tanti giocatori, le squadre di medio livello (sempre sul piano della disponibilità economica) come il Napoli (ma si potrebbero inserire anche la Lazio o il Torino della passata stagione) non riescono a supportare tale spesa. Questo comporta che magari in alcune posizioni chiave la compagine resta deficitaria per far posto in rosa a giocatori che difficilmente verranno impiegati.

 

Da neofita del calcio De Laurentiis non ha alcuna intenzione di essere stritolato nella morsa dei procuratori e pubblicamente ha messo in chiaro le cose. Il prossimo passo sarà quello di dire apertamente quali sono i giocatori non da Napoli. Il patron ha alzato la voce anche per spronare una squadra che per 9/11 è competitiva. I grandi traguardi si costruiscono giorno dopo giorno, se tutti remano nella stessa direzione. Nessun alibi per Donadoni e compagni da parte di un presidente furente, che non è più disposto a restare ad ammirare le vittorie degli altri.


(Luciano Zanardini)



© Riproduzione Riservata.