BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

MONDIALI PUGILATO/ Cammarelle e Valentino, è già medaglia

Out invece Picardi, battuto dal mongolo Nyambayar

22 nazioni. E' il numero dei paesi che conquisteranno una medaglia in questa edizione dei Campionati del mondo dilettanti in svolgimento a Milano al Forum. Noi abbiamo due pugili in semifinale, Roberto Cammarelle, 29 anni di Cinisello Balsamo, iridato dei supermassimi che ha sconfitto nella categoria sopra i 91 kg nei quarti il bulgaro Pulev. Per l'olimpionico è la terza semifinale consecutiva ai Mondiali. Nell'attesa di incontrare il prossimo avversario. Quel Zuyeu, argento ad Atene, fuori da Russo al primo turno a Pechino.

L'altra medaglia che abbiamo messo già in cantiere è quella di Mirco Valentino nella categoria dei 60 kg. Ha battuto nientemeno che il cubano Torriente, un grande interprete del pugilato mondiale. E Valentino non vuole fermarsi più. Il suo obiettivo è battere nel prossimo turno il georgiano Pkhakadze, Vuole festeggiare l'eventuale titolo mondiale facendo un giro di campo d'onore nello stadio del Real Marcianise, la squadra della sua città.

Non c'è l'ha fatta invece Vincenzo Picardi che è stato fermato nella categoria dei 51 kg dal mongolo Nyambayar. Il bronzo olimpico e già mondiale dei 54 kg ha dovuto cedere all'atleta asiatico. Il bilancio è comunque positivo per questi Mondiali. Certo, la Russia è lontana con otto pugili in semifinale, seguita da Cuba e poi dall'Uzbekistan con quattro. Poi ci sono la Mongolia e l'Ucraina con 3. Ma l'Italia è in buona compagnia assieme a Cina, Francia, Portorico e Germania. Sopra gli Stati Uniti che hanno portato un solo pugile alle semifinali. E poi c'è il successo di pubblico, che ha partecipato con grande entusiasmo a questi Mondiali.

La rassegna iridata è trasmessa in diretta su Dahlia Tv mentre le finali saranno trasmesse in diretta integrale anche su Italia 1.

(Franco Vittadini)

© Riproduzione Riservata.