BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESCLUSIVA MILAN/ Sanvito: «Ronaldinho capro espiatorio, inutile silurarlo se non si cambia modulo...»

Pubblicazione:

ronaldinho_perplesso_R375x255_03feb09.jpg

Abbiamo chiesto a Nando Sanvito, giornalista sportivo di Mediaset, un commento sul "caso" Ronaldinho. Leonardo e Berlusconi hanno puntato su di lui, ma il brasiliano contiua a deludere...

 

Che succede attorno a Ronaldinho?

Succede che lo stanno facendo passare come la fonte dei guai del Milan

 

Però è incontestabile che stia giocando male…

Come del resto tutta la squadra, che ha degli scompensi tecnici e tattici che in sede di mercato estivo non si è voluto o potuto risolvere

 

Non sei d’accordo che convenga lasciarlo fuori?

Se si cambia schema di gioco sì, ma se si mantiene questo modulo è inutile e prematuro far fuori Ronaldinho

 

Perché?

Perché le alternative non migliorano il rendimento della squadra, come si è visto l’anno scorso quando fu privilegiato Seedorf e il risultato fu la figuraccia in coppa uefa e una qualificazione in champions ottenuta per il rotto della cuffia. Inoltre non c’è più Kakà a togliere le castagne dal fuoco

 

Quindi, avanti con Ronaldinho!

Non necessariamente, ma allora bisogna cambiare modulo. Passare al 4-2-3-1 con Ambrosini e Flamini davanti alla difesa, Pirlo avanzato trequartista, Abate e Pato sugli esterni e una punta centrale là davanti

 

Sarebbe la soluzione giusta per Leonardo?

Soluzione è una parola grossa. Si può tentare, ma giusto per galleggiare. Finché non hai un laterale forte (dovrebbe arrivare Rafinha a gennaio), un incontrista capace però anche di impostare davanti alla difesa (Beckham potrebbe farlo) e un Pato capace di andare negli spazi e non solo aspettare da fermo la palla tra i piedi (deve migliorare in questo senso) sarà difficile per il Milan recuperare competitività, con o senza Ronaldinho



© Riproduzione Riservata.