BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SERIE A/ La sorpresa della terza giornata: Igor Budan

Pubblicazione:lunedì 14 settembre 2009

Non segnava da quasi un anno Igor Budan, centravanti del Palermo. Tanti guai fisici durante lo scorso anno, tornato in Sicilia dopo la bella parentesi nel Parma. Il centravanti croato ha salvato Zenga e la formazione rosanero da una brutta sconfitta casalinga contro il Bari. Un goal al 90esimo, un classico nel calcio, quasi come una fiaba che attendeva il lieto fine, che poteva arrivare anche dieci minuti prima quando il tiro di sinistro dell'ex giocatore di Venezia e Ascoli (tra le altre) è uscito di un nulla dalla porta difesa da Gillet. Ma la dea bendata ha voluto ripagare Budan con la rete del pareggio, aiutato da un contrasto vinto con un difensore pugliese, che ha permesso al giocatore del Palermo di battere in rete. Una gioia incontenibile, un'esultanza che sa tanto di liberazione dopo un calvario che sembrava non volesse mai finire. I problemi erano iniziati nel 2007, quando un infortunio muscolare alla coscia (allora vestiva la maglia del Parma), lo aveva fermato ai box per circa quattro mesi. Tanti ritorni e tante ricadute soprattutto per colpa di un ginocchio ballerino. Ha ritrovato la maglia rosanero lo scorso anno, ma anche qui alti e bassi soprattutto a causa di problemi fisici. Ha iniziato questa stagione con le valigie in mano, chiuso da un parco attaccanti formato da Miccoli, Cavani, Succi ed in più un trequartista come Pastore. Rimane in Sicilia, anche perchè il presidente dei siciliani, Zamparini, ha un debole per lui. Anche nel primo match del campionato, quello casalingo contro il Napoli vinto per due ad uno, entra in campo non lasciando comunque traccia. Ieri è partito dalla panchina, e forse, ci sarebbe rimasto se l'andamento del match fosse stato un altro, ma come detto prima, la fortuna non gli ha voltato spalle, portandolo al gol del pareggio. Così Budan ha messo a segno la sua prima rete con la maglia del Palermo.

 

(Claudio Ruggieri)



© Riproduzione Riservata.