BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CHAMPIONS LEAGUE/ Moratti e Laporta in Gazzetta: «Finale di Champions? Inter-Barcellona!»

I due presidenti di Inter e Barcellona sono stati ospiti del quotidiano sportivo milanese.

Moratti_Massimo_R375_2ott08.jpg (Foto)

CHAMPIONS LEAGUE – Moratti e Laporta, patron rispettivamente di Inter e Barcellona, sono stati protagonista di un bel faccia a faccia nella sede della Gazzetta dello Sport. Argomento scontato, la sfida di stasera di Champions League. «Del Barcellona mi piace il gioco, il carattere, la tradizione – spiega Moratti - ha caratteristiche diverse dal Real che mi ispirano una certa simpatia… E poi mi piace la coppa che ha».

 

«A me dell’Inter piace tutto - risponde Laporta -. Soprattutto il presidente: è una persona sincera e per me è un punto di riferimento. La squadra è molto forte, organizzata, completa e mi fa piacere che Thiago Motta, che è un grande, sia tornato ad alto livello. Se devo dire il giocatore che mi piace di più, beh, dico Eto’o». Un commento, quindi, sullo scambio Ibra-Eto’o: «Loro davanti avevano bisogno di qualcuno straripante come Ibra - racconta l’interista - . Noi di un attaccante illuminato, di classe e che partecipasse al gioco. Anch’io sono contento quando segna Zlatan, come lo ero per Ronaldo. Ai giocatori mi affeziono, si crea un certo rapporto. Poi, se portano a casa il quadruplo di quello che li abbiamo pagati mi sento ancora più legato». «Abbiamo risolto le necessità reciproche - conferma Laporta - . Ibra da noi sta già mostrando qualità, movimento e tanta personalità: mi piace molto in coppia con Messi, senza contare che con loro gioca anche un certo Henry».

 

Laporta spera di ripetere la passata stagione: «La passata stagione per noi si è avverato un sogno. Ma la felicità nel calcio non esiste: è una ricerca continua. Adesso il nostro sogno è diventare la prima squadra che vince due volte di seguito la Champions. Ma, se non fosse il Barcellona, mi piacerebbe che la vincesse l’Inter, soprattutto per Massimo, che se lo merita e sono tanti anni che aspetta». E Moratti replica subito: «Magari fosse questa la finale!». Chiusura per Messi: «Messi a Massimo piace immensamente – dice il patron blaugrana - è quasi un’ossessione. Io però vorrei che chiudesse la carriera nella squadra in cui è entrato a 13 anni».

© Riproduzione Riservata.