BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

CHAMPIONS LEAGUE/ Inter, tifosi nerazzurri combattuti per Ibra, lui: «Hanno perso una persona a cui tenevano»

I supporters nerazzurri hanno accolto in maniera differente il ritorno a San Siro di Ibrahimovic

Ibrahimovic_Bar_R375_15set09.jpg(Foto)

CHAMPIONS LEAGUE – La supersfida fra Inter e Barcellona, oltre ad essere gara dall’alto livello qualitativo, segnava anche il ritorno a San Siro di Zlatan Ibrahimovic, nerazzurro fino allo scorso agosto. C’era grande attesa sull’accoglienza dei supporters dell’Inter nei confronti dello svedese. accoglienza che è stata differente a seconda dei settori dello stadio. La storica Curva Nord, come già anticipato, ha deciso di ignorare il giocatore, come consigliava Materazzi, con fischi annessi. Ad inizio ripresa è invece apparso uno striscione, esposto per soli 5 minuti, in cui i supporters hanno voluto ricordare il gestaccio che Zlatan fece loro in occasione della gara con la Lazio.

Fischi anche dalla Curva Sud ma con un’eccezione, uno striscione con scritto «Ibra, meglio la tua onestà delle manfrine di Kakà», forse esposto da un infiltrato milanista. Ma c’è chi ha deciso di salutare Ibrahimovic in modo elegante come «Ibra, grazie di tutto» o «Zlatan, oggi avversario, ma mai nemico». Tornando alla gara, Ibrahimovic è stato il solito Ibra. L’occasione più ghiotta, al settimo del primo tempo, quando lo svedese ha la possibilità di battere Julio Cesar a tu per tu. Ibra sbaglia e ritorna, come al solito, con i piedi per terra.

A fine gara l’ex nerazzurro dirà: «I tifosi sono stati calmi, è andata bene. Mi hanno fischiato perchè hanno perso uno al quale tenevano tanto. Il Barcellona meritava di più, ma se avessi fatto gol, sarebbe stato troppo. Ho abbracciato tutti quelli che a Milano mi hanno voluto bene. La nuova Inter è più forte della mia, però gli ultimi arrivati devono ambientarsi».

© Riproduzione Riservata.