BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MILAN/ Nesta è tornato: «Ho avuto paura ma ora sono qui, vecchi? Io guardo Inzaghi…»

Parla il difensore rossonero Alessandro Nesta, tornato in campo dopo due stagioni davvero travagliate

nestaR375_10ott08.jpg (Foto)

MILAN – Insieme a Thiago Silva, Huntelaar e Onyewu, sono tutti concordi nell’affermare che Alessandro Nesta è un “acquisto” del Milan 2009/2010. Il forte difensore romano sembra essere tornato ai fasti di un tempo. Gioca con regolarità ma soprattutto con la solita classe e precisione. Ma in quel periodo in cui la schiena doleva, il giocatore ha temuto davvero di ritirarsi definitivamente: «Sono stato malissimo lontano dal campo – spiega il giocatore a La Gazzetta dello Sport - il momento peggiore l’ho passato quando mi sono bloccato l’ultima volta, nell’inverno scorso. Pensavo di essere finalmente a posto e invece è arrivata la ricaduta. Ho avuto paura, mi hanno messo in ansia con questa storia dell’operazione. Sembrava un rischio da non correre, per questo ho aspettato tanto».

 

E al suo ritorno a Milanello, Nesta ha trovato un nuovo compagno, il brasiliano Thiago Silva: «Ha tutto per essere un campione – spiega - ha doti fisiche, tecniche, personalità, è esplosivo». Un commento quindi sulla metamorfosi del Milan in Champions: «Sono partite che ci piacciono. E poi è bello vincere così, sul campo di una squadra forte, sotto il diluvio. Quando ho visto il girone, ho pensato che potevamo farcela. Partite come quella contro il Madrid sono le più belle che un giocatore possa giocare. Sono contento. Il cammino? La cosa più difficile è passare il primo turno, poi può succedere di tutto. Non ci dobbiamo illudere, perché ci sono squadre più attrezzate di noi. Ma con un po’ di fortuna possiamo andare molto avanti».

 

Chiusura sulla continue “accuse” di un Milan vecchio «L’anagrafe è quella. Ma essere vecchi non conta niente, ha visto Inzaghi l’altra sera?» e sulla Nazionale «La voglia di giocare in Nazionale c’è sempre, ma il capitolo è chiuso. E poi ora ho ricominciato, ma non è che possa esagerare. Resto un grande tifoso».

© Riproduzione Riservata.