BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MILAN/ Galliani detta la linea: dobbiamo arrivare almeno al terzo posto

Il vicepresidente rossonero parla della vittoria di ieri e degli obiettivi minimi richiesti ai giocatori

galliani_bolognaR375_31ago08.jpg (Foto)

MILAN  - Adriano Galliani, dopo le vittorie in Champions e campionato, guarda al futuro con un po' più di ottimismo e racconta di nuovo l'episodio della musichetta della Champions, fatta ascoltare ai giocatori prima della gara con i felsinei. «E' stato un piccolo divertimento. Non sono così sciocco da pensare che una musichetta faccia vincere una partita».

Il vicepresidente rossonero accarezza comunque il sogno scudetto e chiede ai suoi come minimo di centrare il terzo posto che vorrebbe dire qualificazione diretta alla prossima Champions. «Sappiamo tutti che la Champions League è una competizione diversa, con squadre che giocano e lasciano giocare e si chiudono molto meno di certe squadre italiane. In un modo o nell'altro, però io so che il Milan deve arrivare in una posizione che consenta l'anno prossimo di qualificarsi direttamente in Champions League».

Un gudizio infine sulla gara infrasettimanale contro l'Udinese.«Ci sarà da battagliare, sarà una gara difficile contro una squadra che corre ed è messa molto bene in campo».

© Riproduzione Riservata.