BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIO/ Napoli, De Laurentiis non prevede “tagli al personale”: «Avanti con Donadoni!»

Il patron del Napoli guarda avanti nonostante la brutta sconfitta con l’Inter

DeLaurentiis_R375_20ott08.jpg (Foto)

NAPOLI – Un Napoli annichilito in cinque minuti dall’Inter. Si potrebbe riassumere così, in modo imbarazzante, la gara di ieri sera fra i nerazzurri e gli ospiti partenopei. Il club campano ha mostrato per l’ennesima volta una paura e una timidezza che una squadra che vuole puntare in alto non deve avere. Troppo fragile la retroguardia, impacciato De Sanctis, inconsistente il centrocampo e non pervenuto l’attacco, ad eccezione del gol di Lavezzi sul tre a zero e di un paio di colpi di testa di Quagliarella. Ma De Laurentiis, arrivato dagli States per assistere in tribuna alla gara dei suoi, vuole continuare per la sua strada: «Non è tempo di esoneri – ha spiegato a fine gara il patron - ci vuole pazienza e non bisogna farsi prendere dall’emotività che spesso porta a decisioni sbagliate. Non possiamo pensare di esonerare un allenatore ogni 4-5 partite. Abbiamo molti giocatori nuovi, c’è bisogno di tempo per metterli insieme e trovare le intese».

 

De Laurentiis ha quindi aggiunto: «Queste partite servono per misurare bene il valore della squadra. Con Reja eravamo un passo avanti, perché si lavorava insieme da anni. Di Donadoni posso comunque dire che è un uomo serio e un tecnico preparato». E domenica, per il Napoli, vi sarà subito una possibilità di riscatto. Al San Paolo arriverà infatti il Siena, squadra sicuramente alla portata degli azzurri, certo che se dovesse arrivare l’ennesimo passo falso…

© Riproduzione Riservata.