BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Napoli nè rabbia nè orgoglio. Le pagelle di Inter-Napoli (3-1)

Gli uomini di Donadoni subiscono l'uno-due targato Eto'o-Milito e non riescono a reagire contro i nerazzurri che dominano per buona parte dell'incontro

desanctis_lucio_R375x255_23set09.jpg (Foto)

INTER-NAPOLI

3-1

 

MARCATORI: Eto'o al 2', Milito al 5', Lucio al 32', Lavezzi al 37' p.t.

 

INTER (4-3-1-2): Julio Cesar; Maicon, Lucio (44' st Cordoba), Samuel, Chivu; Zanetti, Cambiasso, Stankovic; Sneijder (1' st Muntari); Milito, Eto'o (45' st Mancini). (1 Toldo, 39 Santon, 14 Vieira, 30 Mancini, 45 Balotelli). All. Beppe Baresi.

 

NAPOLI (3-5-2): De Sanctis; Santacroce (15' st Aronica ), Cannavaro, Contini, Maggio (23' st Denis), Gargano, Bogliacino (40' st Pazienza), Hamsik, Zuniga; Quagliarella, Lavezzi. (1 Iezzo, 2 Grava, 21 Cigarini, 9 Hoffer). All.: Donadoni.

 

ARBITRO: Trefoloni di Siena.

 

NOTE: Ammoniti: Bogliacino per gioco falloso, Contini, Stankovic e Maicon per comportamento non regolamentare. Angoli: 8-5 per il Napoli. Recupero: 1' e 4'.

 

De Sanctis 5: sul primo goal non ci è apparso sicuro nell'uscita, mentre sul terzo non riesce a deviare correttamente il colpo di testa di Lucio. Non una grande serata per lui.

 

Contini 5: non riesce a contrastare i due attaccanti nerazzurri, inoltre non aiuta a dovere Zuniga sulle incursioni di Maicon.

 

P.Cannavaro 5,5: in affanno come tutta la retroguardia partenopea, cerca di resistere come può, ma finisce per annaspare nel naufragio del primo tempo.

 

Santacroce 5.5: neanche lui riesce a fermare gli attacchi dell'Inter, soffre particolarmente i movimenti di Milito.

 

Maggio 6,5: nel primo tempo è il migliore del Napoli, portando dei grattacapi a Chivu. Nel secondo tempo viene sostituito inspiegabilmente da Donadoni.

 

Gargano 5: troppo timido al cospetto del centrocampo nerazzurro, non fa ripartire la squadra a dovere e non riesce a limitare gli inserimenti avversari.

 

Bogliacino 6: sicuramente non il peggiore della mediana azzurra, impensierisce Julio Cesar con un bel tiro dalla distanza nel primo tempo.

 

Hamsik 4,5: un fantasma in mezzo al campo, sicuramente non avrà lasciato un buon ricordo a Mourinho, suo grande estimatore. Carente sotto il profilo della personalità.

 

Zuniga 4: Maicon gli scappa da tutte le parti. L'esterno sinistro non è il suo ruolo, lo scorso anno fece sfracelli a Siena, esattamente sulla fascia opposta.

 

Quagliarella 5: abulico, il lontano parente dell'attaccante che tutti sappiamo. Sarà stata l'emozione che suscita uno stadio come San Siro, di sicuro ha combinato pochissimo.

 

Lavezzi 6,5: a lui di sicuro lo stadio Meazza porta bene, visto che anche quest'anno è riuscito a segnare. E' sembrato molto voglioso, peccato non abbia avuto un adeguato supporto dai suoi compagni.

 

Aronica 6: entrato al posto di Santacroce quando la tempesta Inter si era ormai calmata, lotta con vigore tenendo bene la posizione.

 

Denis 5: nessuno si è accorto del suo ingresso in campo. Non ha portato benefici all'attacco di Donadoni, anzi.

 

Donadoni 4: insistere su Zuniga come esterno sinistro, in un match contro l'Inter e quindi contro Maicon, è un puro suicidio tattico. Inoltre il cambio tra Maggio e Denis è assolutamente sbagliato, il tornante italiano era stato uno dei più pericolosi. Inoltre, siamo sicuri che il 3-5-2 è il gioco adatto a questo Napoli?

 

(Claudio Ruggieri)

 

LEGGI LE PAGELLE DEI NERAZZURRI

© Riproduzione Riservata.