BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MILAN/ Il patron Berlusconi è pronto a lasciare la guida del club. Iniziati i sondaggi per la cessione

Il numero uno di Via Turati starebbe pensando seriamente a cedere la società

berlusconi_stadio_R375x255_05nov08.jpg (Foto)

MILAN – Berlusconi è pronto a vendere il Milan. È questo in sintesi quanto riporta un articolo di giornale apparso sul quotidiano La Repubblica. Vari i motivi che spingerebbero il Premier a questo gesto che per certi versi ha del clamoroso. Prima di tutto quello economico. Il club rossonero, per via anche della crisi finanziaria e della trasformazione che il calcio ha subito negli ultimi anni, sta diventando una macchina da soldi sempre più cara e Berlusconi, uomo politico ma prima di tutto imprenditore, non ha intenzione di continuare a ripianare bilanci di tasca propria.

A questo si aggiunge il risvolto politico. La cessione di Kakà, infatti, come spiegato dallo stesso patron rossonero, ha fatto perdere circa 2 punti percentuali in voti e le ultime vicende negative del Milan continuano a minare l’immagine del Premier e del suo partito. A spingere per la cessione della società vi sarebbero anche i figli Piersilvio e Marina, non interessanti a rilevare il Milan e consci dell’impegno economico che la squadra comporta.

Berlusconi starebbe quindi iniziando i sondaggi per cedere il club e il recente viaggio in Libia potrebbe essere stato un primo concreto contatto con uno dei fondi sovrani libici: il Central Bank of Lybia, il Lybian Investiment Authority o il Lybian Foreign Bank. L’idea è di cedere la società poco alla volta evitando così un cambio di proprietà repentino con tutto ciò che ne consegue. L’ultimo segnale che spinge per la cessione è lo stadio di proprietà. Il Milan aveva già preparato un piano di investimento da 300 milioni di euro per costruire la nuova casa dei rossoneri ma il progetto è stato recentemente bloccato.

© Riproduzione Riservata.