BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PAGELLE/ Catania – Napoli (1-1): i voti, la cronaca e il tabellino

delaurentiis_arrabbiato_R375x255_28set09.jpg(Foto)

 

 

De Sanctis 7.5: Se il Napoli resiste buona parte dei meriti sono suoi. Bravissimo su Mascara e Silvestre, addirittura strepitoso su un quasi autogol di Maggio e su un’incornata di Spolli. Viene ammonito per perdita di tempo, ma è un rischio calcolato vista la sofferenza dei suoi.

 

Grava 6: Ruvido su Mascara che specie all’inizio lo fa penare non poco. Dopo prende le misure, ma Mazzarri preferisce preservarlo. (Dal 7’st. Aronica 6: Svolge il compito assegnatogli dal tecnico senza sbavature eccessive.)

 

Cannavaro 5.5: Autore di una partita praticamente impeccabile perde la testa all’ultimo minuto con un intervento pericoloso su Ricchiuti che gli vale l’espulsione e che creerà problemi ai suoi, specie in vista del big match di settimana prossima con il Milan.

 

Campagnaro 6: Soffre ma riesce con le cattive a non farsi superare. Quest’oggi non spinge più di tanto.

 

Dossena 6.5: Molto buono il suo lavoro in fase difensiva. Corre su tutto l’out sinistro per buoni 70 minuti, poi esce per far spazio a Zuniga, ed i suoi soffrono. (Dal 21’st. Zuniga 5: Entra e sbaglia la diagonale sul cross di Ricchiuti permettendo a Gomez la deviazione in rete. Fumoso anche nel finale in fase offensiva).

 

Gargano 6: Abbina tanta quantità a poca qualità. Apprezzabile il suo lavoro in fase difensiva anche se a volte appare troppo innamorato del pallone, esponendo i suoi a pericolose ripartenze.

 

Pazienza 6.5: Inizia molto male sbagliando appoggi anche semplici. Poi sale in cattedra e prende il sopravvento a centrocampo. Una quantità industriale di palloni recuperati e smistati in avanti permettono agli azzurri gli attacchi nel finale.

 

Maggio 5: Lontano parente dell’esterno dello scorso anno. Non punge in avanti e la sua corsa si infrange sulla difesa catanese schierata in più di un’occasione. Il gol del pareggio catanese nasce dal suo lato e non è una casualità.

 

Hamsik 6: Non brilla, ma è comunque il più lucido dei suoi. Sulla lunga distanza cresce ed è protagonista del finale con un tiro a giro su cui Andujar è attentissimo e con l’assist perfetto per Cavani, che spreca da pochi passi.

 

Lavezzi 6.5: Le sue accelerazioni forniscono l’imprevedibilità alla manovra del Napoli. Bello il cross per il gol di Cavani. Pregevoli alcuni spunti solitari anche se a volte l’ultimo tocco non è degno seguito delle sue serpentine.

 

Cavani 6.5: Tocca un pallone e lo trasforma in oro. Vola in testa alla classifica capocannonieri al pari con un mostro sacro come Eto’o. Encomiabile anche il lavoro in copertura quando i suoi soffrono. Peccato per il gol mangiato nel finale che macchia una partita altrimenti impeccabile.

 

All. Mazzarri 6: Il suo Napoli oggi non brilla, ma porta comunque un punto prezioso a casa. Qualche errore nella gestione dei cambi, dove Maggio appariva più in difficoltà di Dossena. Magari con l’esterno sinistro ancora in campo staremmo parlando di un risultato diverso.

© Riproduzione Riservata.