BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MONDIALI CICLISMO AUSTRALIA/ La guida: tutto su protagonisti, orari e le schede tecniche su corridori e corsa maschile

Bettini commissario tecnico degli azzurri (Foto Ansa) Bettini commissario tecnico degli azzurri (Foto Ansa)

In questa sezione si tratteggiano le possibili evoluzioni della corsa con i possibili relativi protagonisti. Nella tabella riassuntiva riportata sotto, invece, i protagonisti saranno elencati in ordine di dorsale e di squadra. Quelli che cercheranno di tenere bloccata la corsa per portare tutti allo sprint sono gli americani. L’unica punta statunitense è il fortissimo velocista Tyler Farrar, vincitore in volata di innumerevoli gare, il quale potrà contare su ottimi passisti veloci, tutti al suo servizio. Nel caso di corsa bloccata e arrivo in volata tra i favoriti ci sarà di sicuro anche il britannico Cannonball Cavendish, il quale dovrà giocare di rimessa, non avendo la Gran Bretagna una grande squadra (solo 3 elementi per il team britannico). In caso di sprint i belgi (orfani di Tom Boonen, già iridato a Madrid) punteranno su Gilbert, gli italiani su Pozzato (lanciato da Paolini), i tedeschi su Greipel (lanciato da Hondo), gli australiani su Goss (lanciato da Davis), gli spagnoli su Freire (lanciato da Ventoso), i norvegesi su Hushovd (lanciato da Boasson Hagen), i neozelandesi su Henderson e i francesi su Feillu.

 

Come si vede, sono molte le squadre che hanno portato un forte velocista, con relativa spalla, ma se gli USA hanno Farrar e lavoreranno per controllare la corsa, altre squadre hanno un velocista per giocarsela allo sprint, ma lavoreranno anche per far saltare la gara ben prima degli ultimi 300 metri. Gli italiani, gli spagnoli, la Svizzera e i belgi, in particolare, sembrano ben attrezzati per provarci lungo le salite del percorso.