BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESCLUSIVA SCI/ Nadia Fanchini: dal dolore alla rinascita, vi racconto i miei ultimi 248 giorni

Pubblicazione:giovedì 21 ottobre 2010

fanchini_nadia_R375x255_2mar10.jpg (Foto)

Sarà più facile recuperare in discesa o in Supergigante?

Uno spera di tornare subito ai suoi livelli, ma molto dipende da come reagisce il fisico e dalle discipline. In Supergigante dovrebbe essere più facile perché la velocità è più bassa, mentre in discesa si deve avere più fiducia. Finché non provo, non posso saperlo. La fiducia si trova nelle gare. Per il momento ho provato in Gigante e mi sento sicura.


Hai approfittato di questi mesi di stop forzato per coltivare degli interessi?

Non avevo grandi possibilità. Il primo mese l’ho passato su una sedia a rotelle con il dolore che non mi dava tregua. In generale i primi tre mesi sono stati molto difficili perché non stavo bene. Poi facevo 6 ore di palestra e 2 di piscina al giorno, non avevo tempo per fare altro. Emotivamente e fisicamente ero distrutta.

 

Parliamo di Coppa del Mondo. Chi parte davanti a tutte nella Libera e chi in Supergigante?

Se guardiamo alle gare dell’anno scorso sia in Libera che in Supergigante c’è la statunitense Lindsey Vonn. La Pärson potrebbe essere una sua potenziale avversaria in Libera e l’austriaca Fischbacher in Supergigante. Resta da vedere se qualcuno ha perso la forma: la Vonn non la perde mai.


Quali sono le ambizioni di tua sorella Elena e delle altre italiane?

Per le italiane può essere una buonissima annata. E’ cambiato lo staff e c’è il desiderio di andare forte. Per Elena spero possa essere un anno decisivo, cioè che possa tornare ai fasti del 2005/2006 quando vinse anche una medaglia ai Mondiali di Bormio. Tra le prime 15 al mondo c’è anche la Merighetti (un’altra bresciana, nda). Se siamo fortunate e partiamo con il piede giusto, in discesa l’Italia può fare bene. Anche nel gigante siamo cresciute molto in questi anni: ha fatto vedere delle bellissime cose Denise Karbon, uno dei miei modelli per come scia. Vediamo, sempre parlando di fortuna, anche come ritorna Lucia Recchia.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.