BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

ESCLUSIVA SCI/ Coppa del mondo al via, Cotelli "Vonn e Janka i favoriti"

MARIO COTELLI, allenatore della mitica "Valanga azzurra" parla del Circo bianco che oggi riparte da Soelden con uno sgardo al futuro di una disciplina che ha tanti appassionati ma che sta vivendo un momento di crisi

Razzoli_R375_27feb10.jpeg(Foto)

SCI - Inizia oggi e domani con le due prove di gigante femminile e maschile sulle nevi di Solden in Austria, la Coppa del Mondo di sci. Per parlare di questo appuntamento così importante abbiamo sentito Mario Cotelli, popolare tecnico dei tempi d’oro della “Valanga azzurra”, quella fantastica dell’Italia di personaggi come Gustav Thoeni e Piero Gros degli anni ’70. Eccolo in questa intervista in esclusiva per il sussidiario.net

Cotelli, inizia la Coppa del Mondo di sci, come vede questa stagione?

Una stagione che dovrebbe confermare l’andamento di quella precedente. Non vedo grosse novità...

Non ci sono giovani talenti che possono emergere? Sia a livello internazionale, che italiano non vedo promesse dello sci. L’unico è Carlo Janka, che peraltro ha già dimostrato fino in fondo il suo talento.

Quali sono i favoriti della Coppa del Mondo maschile e femminile?

Gli atleti capaci di destreggiarsi bene in tutte le in tutte le specialità, i polivalenti. Tra le donne come al solito la favorita è Lindsey Vonn. Tra gli uomini Janka, Raich e Svindal.

Secondo lei Razzoli confermerà la vittoria olimpica?

Nelle gare semplici può sicuramente fare bene. Incontrerà più difficoltà sul ripido.

Denise Karbon ha passato un anno in chiaroscuro dopo tanti trionfi. Può tornare alla forma di qualche anno fa?

Denise Karbon ha già trentuno anni, quindi forse il meglio lo ha già dato...

Crede nel recupero di Nadia Fanchini?

Il problema è che cade troppo. Rischia molto perché è coraggioa e interpreta le gare in maniera pregiudicata. Questo può anche non essere un vantaggio alla lunga.

Ci saranno in questa stagione i Mondiali di Garmisch, in Germania…

Forse il fatto di fare i Mondiali ogni due anni, anziché ogni quattro come prima, toglie un po’ di interesse a questa manifestazione.

SCI COPPA DEL MONDO AL VIA, INTERVISTA A COTELLI CONTINUA, CLICCA QUI SOTTO