BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESCLUSIVA SCI/ Coppa del mondo al via, Cotelli "Vonn e Janka i favoriti"

Pubblicazione:

Razzoli_R375_27feb10.jpeg

Non è che manchi il grande campione. Il personaggio che traini il movimento dello sci. Un po’ come erano Tomba, o Aamodt, o Stenmark?

Lo sci vive soprattutto del fatto agonistico. E in questo senso Janka come gli stessi Raich e Svindal sono degli ottimi sciatori. Tomba oltre ad essere un campione faceva anche parlare i giornali, faceva gossip. Questo catturava l’attenzione sul mondo dello sci...

 

Come sta lo sci? Le aziende fanno fatica per esempio, ma lo zoccolo duro di appassionati è intatto. Cosa succede?

Succede che adesso per andare a sciare gli appassionati di sci usano quasi sempre lo stesso materiale, gli sci si cambiano di meno perché durano di più. Molti non comprano neanche più i materiali perché il noleggio è economico e offre comunque buoni attrezzi.  Questo può essere uno svantaggio per le aziende.

 

Secondo lei qual è la formula giusta perché lo sci possa essere seguito da tutti in televisione?

Il fatto di fare gare il sabato o la domenica a mezzogiorno porta molto gente a seguire lo sci in tv. Se invece le gare si disputano altri giorni la gente lavora e non può seguire lo sci. Bisognerebbe in teoria far disputare le gare di Coppa del Mondo solo nei weekend.

 

A Madonna di Campiglio sono entusiasti per il ritorno della Coppa del Mondo. A Bormio invece c’è chi pensa di rinunciare alla gara per non “disturbare” i turisti. Cosa pensa di tutto questo?

Penso che la gara del 29 dicembre a Bormio sia dannosa. Ci sono migliaia di turisti in quel periodo in Valtellina e nessuno va a vederla. Anch’io l’abolirei.

 

Nostalgia della “Valanga azzurra”. Lei è stato il tecnico della più grande squadra italiana di sci di tutti i tempi…

Nostalgia no, anche i ricordi col tempo si affievoliscono. Certo che un po’ d’orgoglio c’è, come la consapevolezza di aver creato una squadra che è diventata leggenda dello sci e dello sport mondiale. E non è cosa da poco.

(Franco Vittadini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.