BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PAGELLE/ Lazio-Cagliari (2-1): i voti, la cronaca il tabellino

La vittoria in Lazio-Cagliari riconferma le qualità della squadra di Reja che, fortunata e concreta, ottiene il quarto successo consecutivo

reja_esulta_lazio_R400.jpg(Foto)

La vittoria in Lazio-Cagliari riconferma le qualità della squadra di Reja che, fortunata e concreta, ottiene il quarto successo consecutivo, ma soprattutto consolida la propria posizione in vetta alla classifica. Contro un Cagliari mai domo, Floccari e Mauri trovano le due deviazioni vincenti, che permettono all'aquila di continuare a volare ad ali spiegate. Domenica la Lazio andrà a far visita al Palermo, su un campo tradizionalmente ostico per tutti: la sfida contro i rosanero sarà il primo vero banco di prova per gli uomini di Reja. Ma nella Roma biancazzurra ci si penserà da domani: oggi c'è solo voglia di festeggiare un primato che non era stato così netto neanche ai tempi dello squadrone di Eriksson.

Alla settima giornata la capolista Lazio ospita il Cagliari di Bisoli, in una gara importantissima per consolidare le speranze europee (e magari qualcosa in più) dei biancocelesti. La squadra di Reja alla ricerca della quarta vittoria consecutiva conferma il blocco di giocatori che domenica scorsa ha permesso il colpaccio esterno al San Nicola di Bari. Biancocelesti che partono subito bene e impongono il ritmo alla partita. Il predominio territoriale dei capitolini è però sterile e così la prima vera palla gol è degli ospiti che con Matri non trova il tap-in vincente su respinta corta di Muslera. Passato lo spavento i padroni di casa riprendono a macinare il loro gioco e a metà frazione passano in vantaggio. L’azione del gol è carambolesca e nasce da una punizione di Hernanes ribattuta dalla barriera: il secondo tentativo del profeta trova sulla propria strada Mauri il cui stop sbagliato diviene sponda perfetta per il destro di Floccari, freddo nell’angolare alla destra di Agazzi. Il primo tempo si chiude con la squadra di Reja che prova a chiudere la partita ma rimane sempre cauta nel non concedere il fianco al contropiede cagliaritano.  

Il secondo tempo è subito una scarica di adrenalina. Neanche 10 minuti e i padroni di casa raddoppiano: Floccari restituisce il favore a Mauri e lo serve con un bel cross teso. Il capitano aiutato da una carambola un po’ fortunosa insacca dinpetto. A questo punto i capitolini sembrano giocare sul velluto e continuano ad attaccare, ma un erroraccio in disimpegno di Radu regala la palla perfetta a Cossu, sul cui cross Matri è prontissimo ad insaccare in tuffo. La capolista si intimorisce e i sardi prendono coraggio. Ci provano Matri e Pinardi, il cui diagonale dal dischetto si spegne di poco sul fondo. La partita a questo punto diventa vibrante e al predominio territoriale della squadra di Bisoli, la Lazio risponde con un’occasione ghiottissima per Rocchi che lanciato a tu per tu con Agazzi non riesce a chiudere i giochi. 3 Minuti di recupero non bastano poi per le speranze dei rossoblu, la squadra di Reja vince la 4 gara consecutiva e stabilisce il record di 19 punti in 8 giornate, un risultato mai raggiunto, neanche nell’anno dello scudetto. L’aquila continua a volare in vetta alla classifica e si gode un’altra settimana da prima della classe, senza dover seguire i risultatio degli altri campi.