BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIRETTA/ Napoli-Milan: segui e commenta la partita live in tempo reale

Napoli-Milan è una sfida che negli anni ha sempre avuto un sapore particolare

cavani_azione_R400_9OTT10.JPG (Foto)

Napoli-Milan è una sfida che negli anni ha sempre avuto un sapore particolare. Due filosofie di calcio diverse, sue filosofie di vita diverse in due città come Napoli e Milano che vivono il calcio in maniera quasi opposta, ma con la stessa passione. Due livornesi sulle panchine, Allegri (che ha un conto apertissimo con El Pocho Lavezzi, storie di palloni e pallonate di due personaggi con… gli attributi) e Mazzarri che proveranno a vincere in tutti i modi perché il duello è per il secondo posto in campionato. Roba di alta classifica, a cui il San Paolo non era più abituato.

Il Napoli non viene sconfitto in casa dal Milan dal 1998 (1-2, con gol di Ganz, Leonardo e Bellucci), quasi tredici anni, eravamo in gennaio. Oggi Napoli e Milan arrivano all'appuntamento con un bruciore da smaltire per le deludenti prestazioni in Europa, e con la voglia di non far scappar via la Lazio e i neroazzurri di Benitez. Dal punto di vista dell'organico è certamente l'undici di Mazzarri quello che si presenta all'appuntamento con meno problemi. A parte Lucarelli (rotto) e Cannavaro (squalificato), tutti gli effettivi sono disponibili. I Rossoneri sono invece falcidiati un po' in ogni reparto, e in decisa emergenza difensiva con Abate, Jankulovski, Zambrotta, Thiago Silva, Ambrosini e Ronaldinho indisponibili. E con Antonini che scricchiola. Basta guardare la panchina (Montelongo, Oddo e Yepes) per capire che Allegri teme che qualche cambio la dietro possa esser fatto anche fuori programma.

Nel Napoli Mazzarri confermerà con ogni probabilità la difesa a tre, sulle fasce Dossena e Maggio hanno l'ordine di spingere come dannati e tentare di sfondare sulle corsie di Antonini e Bonera. Tridente mobile con Lavezzi, Hamsik e Cavani pronti a colpire. Il Milan invece schiererà la difesa di emergenza con Papastatopoulos a fianco i Nesta, Antonini e Bonera sulle fasce. Tra i pali Abbiati. Spazio a Boateng a centrocampo con Pirlo e Gattuso, mentre in avanti Pato, Ibrahimovic e Robinho proveranno diversi assetti tattici nel tentativo di superare il "pirata" Morgan De Sanctis (ottima la sua stagione fino a qui). Fischio di inizio alle 20:45 per questo strano