BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAGELLE/ Fiorentina-Palermo (1-2): i voti, la cronaca e il tabellino

Partita fondamentale quella del Franchi, tra una Fiorentina deludente e l’altalenante Palermo di questo inizio di campionato

Pastore_R375_16ott09.JPG (Foto)

LE PAGELLE, LA CRONACA E IL TABELLINO DI FIORENTINA-PALERMO: I VOTI - Partita fondamentale quella del Franchi, tra una Fiorentina deludente e l’altalenante Palermo di questo inizio di campionato. Per la Fiorentina di Mihajlovic quella di oggi era la partita della verità: dopo il successo di Parma altri tre punti - magari conseguiti con il gol numero 130 in A di Alberto Gilardino - avrebbero rasserenato il clima e forse tolta la smorfia di tensione che accompagna Sinisa quasi constantemente in questo inizio campionato. Alla fine, invece, chi avrà il sorriso sulle labbra è Delio Rossi, anche se le sortite del vulcanico Zamparini lo costringono a mantenere sempre un altro livello di tensione. Ma il suo Palermo è davvero una meraviglia. Solido, compatto e talentuoso se troverà il rientro e il reintegro di alcuni importanti giocatori che - pochi se lo ricordano - ma al momento sono indisponibili potrà andar lontano.

 

SINTESI DEL PRIMO TEMPO – Si inizia, ed è subito partita vera, la viola non mostra segni di ripresa ed il Palermo dopo soli 6’ centra la traversa con un bolide da fuori area di Nocerino. La squadra di Mihajlovic appare spenta e sulle gambe, i tifosi sugli spalti si spazientiscono e l’indice di questo nervosismo si palesa nei numerosi errori elementari commessi dai giocatori fiorentini in fase di possesso. Se si esclude una sortita di Cerci su cui è attentissimo Sirigu per tutta la prima frazione di gioco c’è solo il Palermo in campo. I rosanero così, dopo uno sterile predomio territoriale passano intorno al minuto 20. A sbloccare l’incontro è ancora una volta lo sloveno Ilicic, la sua fucilata dai 30 metri si insacca all’incrocio dove Frey non può arrivare e sblocca una partita sino a lì molto tattica. Il vantaggio rosanero è un brutto colpo per i toscani che paiono smarriti e privi di idee, ne approfitta il solito Pastore che al 36’ lanciato in profondità da un passaggio illuminante di Nocerino, supera Frey e insacca in rete. L’incubo per i viola sembra non finire mai quando De Silvestri è costretto ad uscire a causa di noie muscolari. Sotto di due gol e con una pioggia di fischi ad accompagnare i giocatori nello spogliatoio finisce il primo tempo di Firenze.

 

SINTESI DEL SECONDO TEMPO – Nella ripresa qualcosa cambia, la Fiorentina ha un moto d’orgoglio e prova a recuperare la situazione, il Palermo invece, complici forse le fatiche di Europa League cala vistosamente. Passano 13 minuti e Santana, appena entrato al posto di Marchionni, riesce ad eludere la pressione di Cassani e mette al centro un pallone sul quale il Killer istinct di Gilardino permette alla viola di riaprire la gara. La partita si infiamma, nell’arco di 3 minuti dalla rete del Gila, prima il Palermo sfiora il 3-1 con un tiro di Nocerino salvato da Gamberini sulla linea, poi con il netto rigore concesso ai viola. Dal dischetto si presenta Ljalic che spreca l’occasione per il pareggio, facendosi ipnotizzare da Sirigu. Un Sirigu che si ripete poi su Gilardino pochi minuti dopo con un altro miracolo. È il momento migliore per la viola che al 25’ è anche sfortunata quando la bella conclusione di Cerci si stampa sul palo. Sembra il preludio al pareggio dei toscani ma su un contropiede del Palermo Montolivo affossa un Ilicic lanciato a rete in solitaria, il capitano viola viene espulso e la partita cambia di nuovo. Da qui in avanti infatti, i rosanero si limitano alla gestione del punteggio eccedendo anche in qualche leziosismo di troppo, errori di gioventù che però non impediscono ai ragazzi di Delio Rossi di portare a casa il bottino pieno e rilanciarsi in classifica, lasciando la Fiorentina al penultimo posto in classifica. tra i fischi dei propri tifosi e nel pieno di una crisi di risultati che inizia a diventare preoccupante.

 

CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER IL TABELLINO E LE PAGELLE DI FIORENTINA-PALERMO: LEGGI I VOTI DEI GIOCATORI